Contenuto sponsorizzato

Il paradiso dei peperoni piccanti? E' in Vallagarina

Durerà fino alla fine di novembre la raccolta. Cinque gli agricoltori coinvolti nell'esperimento coordinati dal perito agrario Girardelli di Mori
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 31 ottobre 2016

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

E’ iniziata a metà agosto e durerà fino alla fine di novembre la raccolta dei peperoni piccanti coltivati in piccoli appezzamenti della Vallagarina situati nei comuni di Isera, Pannone, Marco e Avio, con una puntata fuori zona a Tenno nell’Alto Garda.

 

Cinque gli agricoltori impegnati nell’esperimento coordinato dal perito agrario Antonio Girardelli di Mori. La superficie occupata dai campi prova è di 2.500 metri quadrati. La produzione ammonta a 7-8 quintali. La raccolta è scalare in base alla varietà e al luogo di coltivazione.

 

L’utilizzo dei peperoni è molteplice e in fase di definizione: consumo fresco, essiccazione e riduzione in polvere, trasformazione in salsa e mostarda con ingredienti diversi, quali pomodoro e miele. L’esperimento potrebbe allargarsi ad altre zone del Trentino.

 

Ultima edizione
Edizione del 28 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 gennaio - 20:39
Straordinaria scoperta nel lago di Garda: negli ultimi giorni a largo di Salò è stata ritrovata un'imbarcazione di circa 9 metri con a bordo [...]
Cronaca
28 gennaio - 21:24
L'emergenza è scattata in Vallagarina. Allertati diversi corpi dei vigili del fuoco di zona. Le operazioni sono in corso nell'area produttiva di [...]
Cronaca
28 gennaio - 20:20
Trovati 1.586 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 3.048 guarigioni. Sono 163 i pazienti in ospedale. Tutti i Comuni sul territorio [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato