Contenuto sponsorizzato

La cimice asiatica può diventare il fitofago principiale in frutticoltura. Come ci stiamo attrezzando?

Nella seconda metà dell'800 i docenti dell'Istituto Agrario di San Michele andarono all'estero a studiare oidio, fillossera e pernospora. Oggi la minaccia è la cimice asiatica
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 05 October 2018

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Nella seconda metà dell’ ‘800, quando arrivarono in Trentino le devastanti avversità della vite rappresentate da oidio, fillossera e peronospora, i docenti dell’Istituto Agrario di S. Michele a/Adige ebbero gioco facile nel suggerire ai viticoltori i rimedi appropriati. Li avevano acquisiti in tempo e provati anticipatamente andando anche all’estero.

 

Allo stesso modo si comportano attualmente i tecnologi e i ricercatori della Fondazione Mach per essere pronti a contrastare la cimice asiatica che è già presente in tutto il Trentino e può diventare il fitofago principale in frutticoltura, ma non solo, nei prossimi anni. Gli addetti alla diagnosi e al controllo delle avversità delle piante, melo e vite in particolare, stanno sperimentando due metodi di difesa.

 

La confusione vibrazionale e la diffusione di maschi sterili per interrompere il processo riproduttivo. Lavorano in collegamento con esperti di regioni già colpite dalla cimice ma anche con ricercatori degli USA e della Nuova Zelanda.

 

Rimane da risolvere il duplice problema dei parassitoidi autoctoni e di quelli che risultano efficaci in altri Paesi ma non si possono importare.

Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 luglio - 19:28
In queste ore la rockstar ha annunciato sui profili social la data del concerto. L'area individuata è quella di San Vincenzo a Mattarello. Il [...]
Cronaca
26 luglio - 18:09
In carcere cinque pakistani per rapina, estorsione, lesioni, sequestro di persona e sfruttamento di lavoratori stranieri. Coinvolti anche due [...]
Cronaca
26 luglio - 17:14
Il presidente della Provincia sulla scuola: "Il limite può essere sui trasporti: non ci sono problemi legati a spazi, aule e insegnamento. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato