Contenuto sponsorizzato

Lago di Tovel, l'alga Tovelia che lo faceva arrossare c'è ancora ma dovrebbe aumentare

Per ottenere una vistosa fioritura si dovrebbe aumentare oltre misura il carico di nutrienti organici. L’informazione è fornita da Giovanna Flaim idrobiologa della Fondazione Mach che si è occupata del Lago di Tovel
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 18 luglio 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

L’alga Tovelia, potenziale responsabile dell’arrossamento dell’acqua del lago di Tovel è ancora presente nell’invaso ma in quantità non sufficiente per provocare il cambiamento di colore.

 

Per ottenere una vistosa fioritura si dovrebbe aumentare oltre misura il carico di nutrienti organici. L’informazione è fornita da Giovanna Flaim idrobiologa della Fondazione Mach che si è occupata del Lago di Tovel insieme ad Alvise Vittori già prima del progetto Salto (Studio sul mancato arrossamento) concluso nel 2001.

 

L’esperta partecipa in rappresentanza della Fondazione Mach ad un progetto europeo di monitoraggio delle acque dei laghi alpini finalizzato a controllare le variazioni degli indici di biodiversità dipendenti dai cambiamenti climatici. Il lago di Tovel si trova a 1178 metri di altitudine, ma presenta caratteristiche tipiche di un lago situato a 2000 metri.

 

L’impegno assunto dalla idrobiologa di S. Michele prevede il controllo mensile di vari parametri: temperatura dell’acqua lungo una colonna che va dalla superficie a 40 metri di profondità, ossigeno disciolto, pH, conducibilità elettrica che misura la quantità di sali necessari per il nutrimento dello zooplancton. Il riconoscimento delle specie è affidato ad un tipo di analisi denominato Ecologia Molecolare.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 giugno - 06:02

Dopo aver scoperto in diretta dall'annuncio del presidente Fugatti che i servizi all'infanzia avrebbero riaperto (praticamente solo per 5 settimane o poco più) si è scatenato il caos tra gli addetti ai lavori trattati alla stregua di ''parcheggiatori'' di bambini. Ieri sono arrivate le linee guida ma le lettere di due istituti della Valsugana dimostrano quanta poca condivisione ci sia stata in questa fase da parte della Giunta con i dirigenti che arrivano a consigliano ai genitori di valutare attentamente il reinserimento dei loro bambini

03 giugno - 21:46

Il Veneto si prepara a lanciare la stagione estiva ai tempi del coronavirus. Il primo fine settimana sembra essere andato oltre le previsione e questo porta ottimismo per cercare di salvare un pezzo importante dell'economia. Roberto Padrin: "Abbiamo aumentato gli investimenti, anche ai Consorzi locali per una promozione unitaria ma differente. A inizio autunno i conti per capire i danni e dove intervenire"

04 giugno - 08:12

Sul posto si sono portati i vigili del fuoco, fortunatamente non ci sono stati feriti. Fuori uso due generatori alimentati da biogas

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato