Contenuto sponsorizzato

Le medio-piccole realtà associative ortofrutticole escluse dai finanziamenti della Provincia

La soglia di investimento minima di 1 milione di euro taglia la stragrande maggioranza delle realtà trentine. Agri '90 non potrà accedere al contributo per il suo progetto di celle di conservazione dei piccoli frutti. Il Consorzio Val di Gresta dovrà arrangiarsi per il nuovo tetto del Consorzio ortofrutticolo
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 27 ottobre 2016

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Da parte di qualche amministratore di cooperativa ortofrutticola si osserva che la soglia di investimento minima di 1 milione di euro per accedere ai benefici del Psr 2014-2020 per progetti strutturali e/o infrastrutturali esclude le piccole realtà associative. Agri ’90, cooperativa di Storo nota soprattutto per la farina di mais Nostrano, dovrà coprire con finanziamenti propri il costo di un progetto di 250 mila euro per la realizzazione di alcune celle di conservazione di piccoli frutti.  Il contributo provinciale sarebbe stato di 80 mila euro.

 

Alla pacata protesta rivolta anche ai sindacati agricoli e ai rappresentanti della cooperazione che in sede di Tavolo Verde avrebbero approvato la soglia minima troppo elevata si aggiunge il sospetto che la decisione dipenda dalla volontà politica di favorire mega progetti già predisposti e tacitamente approvati.

 

Recentemente dallo stesso tipo di benefici è stato escluso anche il Consorzio Val di Gresta. A Ronzo Chienis sono in corso lavori di sistemazione del tetto del Consorzio ortofrutticolo Val di Gresta. Il preventivo di spesa è di 160-170 mila euro. La domanda di contributo sul Piano di sviluppo rurale 2014-2020 della Provincia di Trento non può essere accettata per gli stessi motivi. La presidenza della cooperativa ha dovuto inserire il progetto con relativi costi nel piano operativo del Consorzio interregionale ortofrutticolo (CIO) al quale aderisce. La spesa potrà essere finanziata a metà dall’Unione Europea. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 04:01

Mentre i positivi continuano a scendere, per la comunicazione ufficiale, siamo andati ad analizzare i dati completi per capire se anche i positivi agli antigenici calano. Ecco il focus su una decina di comuni con il confronto rispetto a una settimana fa. Ebbene se Pergine ha ridotto i contagiati attivi di 129 unità e Baselga di Piné è scesa, fortunatamente, sotto il 3% soglia critica per la ''zona rossa'' in molte altre realtà il totale di positivi è aumentato per un dato globale che si mostra stabile 

23 novembre - 20:20

Sono 476 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 50 in alta intensità. Sono stati trovati 93 positivi a fronte dell'analisi di 1.484 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,3%

23 novembre - 19:10

Ecco come cambiano le regole di comportamento se in casa qualcuno avverte dei sintomi legati al coronavirus. La “regola dei 21 giorni” di isolamento e le altre istruzioni, l’Apss: “Le persone asintomatiche dei servizi essenziali continueranno a lavorare con la mascherina, poi in quinta giornata faranno un tampone”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato