Contenuto sponsorizzato

Le uova a manicotto della processionaria dei pini

Sugli aghi dei rami più esposti si trovano i resti delle uova aperte riuniti in manicotti. La media numerica è di 200 uova per manicotto. Se il numero si abbassa a 120-150 vuol dire che la popolazione è in regressione
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 20 ottobre 2016

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Per valutare la consistenza di popolazione della processionaria dei pini e capire se l’insetto è in fase di progradazione o di regressione, gli entomologi forestali e del verde urbano della Fondazione Mach attendono che le larve siano uscite dalle uova ed abbiano iniziato a formare agli apici dei rami i nidi provvisori. Questo avviene durante il mese di settembre.

 

Sugli aghi dei rami più esposti si trovano i resti delle uova aperte riuniti in manicotti. La media numerica è di 200 uova per manicotto. Se il numero si abbassa a 120-150, la popolazione è in fase di retrogradazione. Se invece supera i 250 elementi, l’infestazione è in fase di crescita. Cristina Salvadori che segue da anni lo sviluppo della Processionaria in alcuni siti di riferimento del Trentino ritiene che la popolazione sia in fase di retrogradazione dopo il picco massimo dello scorso anno.

 

L’esame delle ovature consente agli entomologi di verificare anche la presenza di parassitoidi delle uova. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 09:04

E' successo questa mattina, non ci sono stati feriti ma le persone che si trovavano all'interno sono state soccorse dai vigili del fuoco. La linea è stata chiusa per consentire l'intervento dei tecnici 

18 novembre - 09:30

L'incidente è avvenuto ieri sera poco dopo le 23 e sul posto si sono portati i vigili del fuoco, i carabinieri e i soccorsi sanitari. I tre giovani sono stati trasportati in codice giallo all'ospedale di Arco 

18 novembre - 09:55

Il fienile è stato centrato in pieno danni per decine di migliaia di euro. Già dalle prime ore di questa mattina per frane, smottamenti e alberi schiantati sono stati mobilitati una trentina di corpi dei vigili del fuoco

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato