Contenuto sponsorizzato

Legna in esubero dai faggi schiantati dalla tempesta Vaia

Acquistare legna di faggi schiantati contribuirà oltretutto a salvare dall’abbattimento piante di faggio rimaste in piedi dopo la tempesta Vaia
Dal blog di Sergio Ferrari - 02 luglio 2019 - 19:41

La tempesta Vaia di fine ottobre 2018 ha abbattuto anche piante di latifoglie come il faggio.

 

Tra le possibili forme di recupero di questo tipo di legname c’è la destinazione a legna da ardere.

 

Giorgio Zattoni, direttore dell’Ufficio distrettuale forestale di Pergine Valsugana, fa presente che rispetto ad un’annata normale la disponibilità di legna da ardere quest’anno sarà di conseguenza superiore alle richieste.

 

Invita pertanto comuni, Asuc e cittadini a fare scorta di questo prezioso combustibile anche per i prossimi anni.

 

Acquistare legna di faggi schiantati contribuirà oltretutto a salvare dall’abbattimento piante di faggio rimaste in piedi dopo la tempesta Vaia.

 

Serviranno a produrre il seme necessario per assicurare il ripopolamento naturale nei boschi disastrati. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 settembre - 06:01

Questo l'annuncio di Provincia e Fondazione Mach che ha rilevato per la prima volta la presenza sul territorio trentino delle due specie esotiche Trissolcus japonicus e Trissolcus mitsukurii, i due principali agenti di biocontrollo della cimice in Asia. Fugatti e Zanotelli: ""E’ una buona notizia, un punto di partenza su cui lavorare per poter dare risposta ad un problema che preoccupa molto gli agricoltori trentini"

17 settembre - 08:12

E' successo questa mattina attorno alle 7. Sul posto stanno intervenendo i vigili del fuoco di Arco e le forze dell'ordine. Vista anche l'ora inevitabili i disagi al traffico con dei rallentamenti

16 settembre - 19:58

E' diventata un simbolo la canzone dell'Istituto comprensivo Trento 6 della Vela (contro il quale l'assessore Bisesti aveva annunciato approfondimenti) che parla di accoglienza, di rispetto, di amicizia di un parco giochi che non è di nessuno ma è di tutti e oggi è stata presentata all'inaugurazione dell'anno scolastico a 10 anni dal terremoto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato