Contenuto sponsorizzato

Manca l'acqua per gli impianti antibrina: aumenteranno i costi delle assicurazioni?

La quota maggiore di indennizzi è stata liquidata ai frutticoltori della Val di Non dove gli eventi meteo hanno ridotto la produzione di mele dell’80%
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 23 febbraio 2018

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Un aumento del costo dell’assicurazione in agricoltura per la stagione 2018 pare inevitabile. Le compagnie hanno dovuto liquidare a fine stagione 143 milioni di euro nel solo Trentino a copertura di danni provocati dalla gelata e dalle grandinate.

 

La quota maggiore di indennizzi è stata liquidata ai frutticoltori della Val di Non dove gli eventi meteo hanno ridotto la produzione di mele dell’80%.

L’estensione degli impianti antibrina sembrerebbe non avere alternative. Gli ettari serviti dall’irrigazione a pioggia lenta sono appena 100. L’aumento diventa problematico per l’insufficiente disponibilità di acqua.

 

Alla recente Giornata frutticola di Cles, i tecnici della Fondazione Mach hanno infatti riferito che anche utilizzando l’intera portata d’acqua del torrente Noce si riuscirebbe a coprire solo un terzo dei frutteti. Il ricorso all’assicurazione è quindi inevitabile.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 luglio - 18:51

Oltre ai 5 nuovi positivi che fanno parte degli 8 legati alla festa della comunità kosovara del 21 giugno c'è un altro positivo nell'aggiornamento quotidiano dei dati dell'Apss

03 luglio - 13:34

Il ''paziente zero'' è un kosovaro rientrato dal suo Paese di origine a metà giugno e che non ha rispettato l'autoisolamento. Il 21 ha fatto una festa e i sintomi sono emersi solo dopo tre giorni

03 luglio - 17:55

Franceschini, Attolini e Fernandez capilista dell'alleanza “Rosso-verde” che propone di trasformare l’assessorato all’ambiente in un assessorato alla transizione ecologica, con deleghe su trasporti, energia ed innovazione. Franceschini: “Europa Verde Trento riunisce il meglio della tradizione della sinistra italiana con le intuizioni della cultura ecologista”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato