Contenuto sponsorizzato

Mele, un successo condizionato dai consumatori

Il mercato delle mele? E' condizionato dalla domanda dei consumatori
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 25 febbraio 2018

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Il mercato delle mele è condizionato dalla domanda dei consumatori. Due esempi confermano la validità dell’assunto.

 

Gli alti prezzi realizzati dalle poche mele Renetta Canada che lo scorso anno sono sopravvissute alla gelata di aprile spingerebbero ad aumentare la produzione.

 

I responsabili di Melinda sostengono però che superare i 3.000 vagoni all’anno non conviene perché l’eventuale offerta eccedente non riuscirebbe a spuntare prezzi soddisfacenti a causa della domanda rigida.

 

Lo stesso condizionamento sembra valere per la varietà Evelina. I frutticoltori della Val di Non l’hanno piantata con fiducia su sollecitazione di Melinda che ha speso molto in pubblicità per farla conoscere soprattutto ai consumatori italiani.

 

Ora sono gli stessi promotori a frenare i nuovi impianti perché vogliono chiarire i motivi che hanno determinato un esito commerciale inferiore alle previsioni. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 marzo - 11:31

Trimarchi viene ricordata per la sua professionalità e la sua disponibilità, la sua verve, simpatica e cordiale. "Una figura importante, un punto di riferimento" ricorda il consigliere provinciale Luca Guglielmi 

31 marzo - 07:42

La 57enne, una professionista di S. Teresa di Riva in provincia di Messina, era medico di medicina generale in servizio all’Azienda provinciale per i servizi sanitari e operativa a Pozza di Fassa. Paoli: "Abbiamo risposto presente a questa battaglia, se avesse i Dpi forse non saremmo qui a piangere la morte di una collega. Ora siamo ancor più preoccupati sul quadro generale, se sia veritiero quanto ci viene comunicato"

31 marzo - 11:33

In Alto Adige la situazione pare crescere a ritmi molto più bassi rispetto al Trentino. Nel bollettino quotidiano dell'Azienda sanitaria altoatesina sono stati comunicati 60 casi in più e 3 nuovi decessi, portando il bilancio a 1352 casi e 77 decessi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato