Contenuto sponsorizzato

Molte segnalazioni di vespa galligena: al via i sopralluoghi per decidere se e come intervenire

Il gruppo coordinato da Giorgio Maresi effettuerà dei sopralluoghi per rilevare la numerosità delle galle e la percentuale di larve presenti al loro interno che risultano parassitizzate dal Torymus sinesis
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 11 giugno 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Gli esperti di castanicoltura della Fondazione Mach hanno raccolto segnalazioni di presenza di galle da vespa galligena dopo l’inizio del germogliamento.

 

Quest’anno le denunce sono più numerose rispetto agli anni passati e provengono da più zone castanicole. Il gruppo coordinato da Giorgio Maresi effettuerà dei sopralluoghi per rilevare la numerosità delle galle e la percentuale di larve presenti al loro interno che risultano parassitizzate dal Torymus sinesis.

 

Il parassitoide lanciato ripetutamente negli anni scorsi si era bene acclimatato e aveva eliminato quasi del tutto la popolazione di vespa galligena. Al momento, dice Maresi, non è possibile stabilire in quale fase si trova la linea sinusoidale che rappresenta il rapporto tra vespa galligena e parassitoide. Solo dopo i sopralluoghi si deciderà in merito ad un eventuale nuovo lancio di Torymus.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 agosto - 05:01

In un Paese come la Germania sono gli stessi elettori a pretendere serietà dai loro rappresentanti e così per il numero 1 della Repubblica Federale tedesca non c'è stato altro da fare (soprattutto in questo momento difficile dove il Covid sta tornando e in Spagna e Francia si parla già di seconda ondata). In Italia, le cose, vanno diversamente

09 agosto - 09:27

Il fatto è avvenuto nella notte tra sabato 8 agosto e domenica 9 a Ossana, in Val di Sole. Una discussione degenerata è stata sedata da due militari presenti sul posto in abiti civili. Identificatisi ai giovani protagonisti della zuffa, uno dei due carabinieri è stato raggiunto da un pugno di uno di questi, che successivamente ha cercato la fuga. 5 le persone identificate, tra cui dei minorenni. Rischiano fino a 5 anni di reclusione per rissa aggravata

09 agosto - 08:59

Una forte scossa di terremoto con epicentro la località tirolese di Landeck è stata avvertita nella serata di sabato 8 agosto. Secondo l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia avrebbe raggiunto una magnitudo di 3.6

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato