Contenuto sponsorizzato

Nettare e confettura di ribes, corniole in salamoia e mostarda. Al Merano Wine Festival il floricoltore Passerini

Titolare di un’azienda florovivaistica di Brentonico i suoi 5 prodotti che ha presentato alla commissione degustazione hanno ottenuto tutti il massimo del punteggio
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 23 ottobre 2017

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Solo chi dispone di prodotti di qualità eccellente è ammesso a partecipare al Wine Festival di Merano che comprende anche una sezione culinaria. La buona sorte ha premiato Paolo Passerini, titolare di un’azienda florovivaistica di Brentonico che comprende anche un comparto dedicato a prodotti naturali freschi o trasformati.

 

La partecipazione all’evento, che si svolgerà ai primi di novembre, è meritata. Il floricoltore di Brentonico ha presentato alla commissione di degustazione 5 prodotti: nettare di ribes nero; confettura di ribes nero; confettura di sambuco; corniole in salamoia e mostarda di corniole.

 

Tutti gli assaggi si sono conclusi con il massimo punteggio. La lavorazione è opera dell’azienda Ars Naturae di Ronzo Chienis gestita da Enrico Cappelletti

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 05:01

I sindacati Cgil, Cisl e Uil: "Chi chiedeva trasparenza e azioni concrete per contenere il contagio veniva accusato, mentre in realtà voleva solo preservare il territorio. Com'è che diceva il presidente Maurizio Fugatti? 'E poi si tira la riga e si vede il risultato'. Eccolo purtroppo". Zanella (Futura): "Giudizio impietoso. E non interessa del personale al collasso, mica c'è lui a riorganizzare e farsi turni massacranti"

06 marzo - 20:03
Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 4 decessi. Sono 84 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
06 marzo - 20:03

L'estate scorsa ci sono voluti 40 giorni in più rispetto agli altri anni per dare semaforo verde a questo servizio fondamentale e in quel lasso di tempo erano, purtroppo, morte affogate nei laghi trentini quattro persone. Questa volta si è giocato in anticipo, già disposto il dislocamento estivo dei sub direttamente all'eliporto Caproni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato