Contenuto sponsorizzato

Non nevica? La qualità della vita dei caprioli migliora

Questa specie è dotata di zampe deboli e zoccoli piccoli e gli animali rimangono bloccati o procedono con molta fatica. Discorso diverso invece per cervi, camosci e ungulati
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 28 dicembre 2016

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

La selvaggina, dice il naturalista Sergio Abram esperto di fauna alpina, trae vantaggio dall’assenza di neve.

 

Quando lo spessore dello strato bianco supera l’altezza dell’animale, il primo a trovarsi in difficoltà è il capriolo.

 

La specie è infatti dotata di zampe deboli e zoccoli piccoli. Gli animali rimangono bloccati o procedono con molta fatica.

 

Si difendono meglio i cervi e i camosci che hanno zampe e zoccoli più robusti. Queste ed altre specie di ungulati d’inverno si riuniscono di solito in gruppi costituiti da soggetti di età diverse ma appartenenti alla stessa famiglia.

 

Se lo spessore della neve non è troppo alto, allontanano con le zampe l’ostacolo per mettere a nudo erba ancora verde, muschi e licheni. Si nutrono anche di rametti e teneri germogli. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 11:06

Gian Marco Prampolini, presidente Leal, e Natascia Pecorari, presidente di Salviamo gli Orsi della Luna, hanno fatto la richiesta agli atti e ottenuto il report della visita dei carabinieri di Costa dentro il Casteller: ''Stanno facendo vivere ai tre orsi un vero calvario. Temiamo per la loro vita e attendiamo fiduciosi che il Ministro Costa, che prima di noi ha ricevuto la relazione del sopralluogo dei Cites, faccia la sua parte e prenda provvedimenti previsti dalla legge''

30 settembre - 15:59

In vista del ballottaggio del 4 ottobre a Bolzano e a Merano, l'Anpi altoatesina ha deciso di fare una scelta di campo appoggiando Renzo Caramaschi e Paul Rösch. Troppe le situazioni giudicate inaccettabili nello schieramento opposto, tra l'appoggio dei Freiheitlichen a Zanin e quello di Fratelli d'Italia a Dal Medico. Il presidente Guido Margheri: "Quando si gioca con certi valori fondamentali bisogna mettere dei paletti"

01 ottobre - 13:05

Denunce ritirate contro gli attivisti anti-pesticidi? Niente affatto, Bolzano fa di nuovo retromarcia e il processo andrà avanti. Gli accusati: “L’assessore ha mentito pubblicamente riguardo al ritiro delle querele, vogliono obbligarci a nascondere all’opinione pubblica i dati sul reale utilizzo dei pesticidi in Alto Adige”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato