Contenuto sponsorizzato

Pioggia di milioni sull'agricoltura, ma poche risorse per il genoma editing

Un provvedimento a favore del miglioramento della viticoltura italiana anche tramite ricerche di genetica avanzata che fanno riferimento alla Cisgenesi e al Genoma editing
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 24 maggio 2018

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Nel corso di un’intervista all’Informatore Agrario Riccardo Velasco già dirigente del Dipartimento di genomica alla Fondazione Mach, oggi direttore del Crea Veneto, ha fornito notizie sulla probabile ripartizione dei 21 milioni di euro stanziati 3 anni fa dal Ministro dell’agricoltura Maurizio Martina.

 

Un provvedimento a favore del miglioramento della viticoltura italiana anche tramite ricerche di genetica avanzata che fanno riferimento alla Cisgenesi e al Genoma editing.

 

Praticamente a questo settore andrà meno del 30%, corrispondente a 6,5 milioni di euro.

 

La cifra sarà inoltre suddivisa fra il Crea di Conegliano Veneto per 2,5 milioni di euro e gli altri Crea nazionali che si occupano solo in parte di viticoltura.

 

I due terzi dello stanziamento iniziale andranno sempre alla ricerca, ma in ambiti diversi dalla viticoltura

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 dicembre - 05:01

Nelle valli, soprattutto durante la stagione invernale ed estiva, le organizzazioni criminali nigeriane, tramite il metodo mafioso, possono servirsi di connazionali che svolgono i lavori stagionali, per rispondere alla domanda di droga dei consumatori. D'Accordi: "Occorre chiedersi se il sistema sanzionatorio italiano sia adeguato a prevenire e contrastare questo fenomeno criminale'' 

06 dicembre - 19:12

Tantissimi i giovani e le famiglie che sono arrivate a Trento accogliendo la proposta del popolo delle sardine di scendere in piazza per ribadire la loro distanza da odio, rabbia e populismo

06 dicembre - 17:07

L'ex presidente della Pat ribadisce oggi la sua distanza dalla Lega di Salvini con un messaggio di solidarietà alle tante persone che tra poco si riuniranno in Piazza Dante: ''Non ci sarò perché penso loro preferiscano essere neutre politicamente. Ma faccio tanti auguri!''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato