Contenuto sponsorizzato

Reintrodurre il pero in zone vocate del Trentino coltivandolo con il metodo biologico

Maso delle Part di Mezzolombardo ospitava solo piante di pero. Oggi la specie occupa solamente 3.000 metri quadrati di superficie. Piccoli impianti sono stati realizzati in Valsugana, Valle del Sarca e Valle dell’Adige
Dal blog di Sergio Ferrari - 17 febbraio 2019 - 19:23

Reintrodurre il pero in zone vocate del Trentino e coltivarlo secondo il metodo biologico è lo scopo che si prefigge l’esperto frutticolo Nicola Dallabetta che si occupa di specie diverse dal melo nella azienda sperimentale Maso delle Part di Mezzolombardo gestito dalla Fondazione Mach.

 

Quando era proprietà privata, dice l’esperto, il maso ospitava solo piante di pero. Oggi la specie occupa solo 3.000 metri quadrati di superficie.

 

Le piante allevate a biasse appartengono alle varietà Abate, Conference, Kaiser Alexander e William. I risultati migliori sono stati finora ottenuti con la William (500 q.li/ettaro). L’interesse del mondo frutticolo tentino nei confronti di questo esperimento è quasi nullo.

Piccoli impianti sono stati realizzati in Valsugana, Valle del Sarca e Valle dell’Adige.

Potrebbe interessarti anche
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 marzo - 21:05

Gli assessori dopo aver organizzato l'evento aperto al pubblico per parlare di educazione di genere hanno blindato l'ingresso a studenti, professori, cittadini con agenti in tenuta antisommossa. Sono volate le botte e alla fine Biesesti ha riacceso gli animi decidendo di uscire dall'ingresso principale dove c'erano i manifestanti

22 marzo - 05:01

Dal ritorno di Carlo Pedergnana al sindaco di Castello Molina di Fiemme. Vengono spesso derubricate a goliardate, scherzi, errori di gioventù. Ma siamo sicuri che su certe cose sia davvero il caso di ridere? Stiamo parlando di saluti romani, bacetti al busto del Duce, tatuaggi con svastiche e fasci littori esposti con orgoglio in casa

22 marzo - 12:41

E' successo ieri pomeriggio a Trento. Due uomini stavano litigando violentemente quando è arrivata una volante della polizia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato