Contenuto sponsorizzato

Reintrodurre il pero in zone vocate del Trentino coltivandolo con il metodo biologico

Maso delle Part di Mezzolombardo ospitava solo piante di pero. Oggi la specie occupa solamente 3.000 metri quadrati di superficie. Piccoli impianti sono stati realizzati in Valsugana, Valle del Sarca e Valle dell’Adige
Dal blog di Sergio Ferrari - 17 febbraio 2019 - 19:23

Reintrodurre il pero in zone vocate del Trentino e coltivarlo secondo il metodo biologico è lo scopo che si prefigge l’esperto frutticolo Nicola Dallabetta che si occupa di specie diverse dal melo nella azienda sperimentale Maso delle Part di Mezzolombardo gestito dalla Fondazione Mach.

 

Quando era proprietà privata, dice l’esperto, il maso ospitava solo piante di pero. Oggi la specie occupa solo 3.000 metri quadrati di superficie.

 

Le piante allevate a biasse appartengono alle varietà Abate, Conference, Kaiser Alexander e William. I risultati migliori sono stati finora ottenuti con la William (500 q.li/ettaro). L’interesse del mondo frutticolo tentino nei confronti di questo esperimento è quasi nullo.

Piccoli impianti sono stati realizzati in Valsugana, Valle del Sarca e Valle dell’Adige.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 maggio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 maggio - 06:01

Dure le parole dei consiglieri provinciali di Futura e Movimento 5 stelle: "Sproporzionato e allarmante sbilanciamento degli organi legislativi a favore della giunta provinciale. Pressioni agli addetti degli uffici stampa della Provincia per scrivere il meno possibile e filtrare le informazioni"

19 maggio - 08:24

L'uomo, attraverso il suo avvocato, ha chiesto la messa alla prova in una casa di riposo. L'esito positivo ha consentito l'estinzione del reato 

18 maggio - 19:04

La marcia "Stop ai pesticidi" partirà da piazza Dante domani, domenica 19 maggio, e attraverserà la città di Trento per poi terminare nel quartiere Le Albere. Ha ricevuto l'adesione di numerose associazioni.  Nel 2017, dati Istat, nel nostro territorio provinciale sono state utilizzate 2.175 tonnellate di pesticidi con una media per ettaro di superficie di 51 chilogrammi ​

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato