Contenuto sponsorizzato

Troppi progetti inattuati sulla Val di Gresta

Nel corso di 50 anni la Valle di Gresta è stata fatta oggetto di almeno tre progetti che avrebbero dovuto consentire un suo rilancio integrale e integrato
Dal blog di Sergio Ferrari - 20 settembre 2018 - 20:17

“Il Ministero delle politiche agricole ha inserito il sistema agricolo terrazzato della Val di Gresta nel registro nazionale dei paesaggi rurali”. Il titolo che richiamava in prima pagina un articolo contenuto all’interno di un quotidiano trentino insieme ad una suggestiva fotografia di paesaggio, induceva a ritenere che il riconoscimento fosse già stato ottenuto

 

 Leggendo l’articolo si è capito che il traguardo agognato dai sindaci di Ronzo Chienis e di Mori potrà semmai essere raggiunto solo nell’autunno del 2019. Nel frattempo un gruppo di lavoro coordinato dall’architetto Francesca Bertamini allargato a varie figure professionali dovrà effettuare una serie di indagini per confermare che la Val di Gresta possiede i requisiti fisici ed antropici per meritare l’ambito inserimento nel registro di paesaggio rurale.

 

Nel corso di 50 anni la Valle di Gresta è stata fatta oggetto di almeno tre progetti che avrebbero dovuto consentire un suo rilancio integrale e integrato. Non ultimo quello legato al Patto Territoriale che ha portato in valle una montagna di finanziamenti utilizzati senza alcuna coerenza con il Patto.

 

La storia dovrebbe indurre i promotori a pensare seriamente ad una revisione radicale della realtà produttiva, organizzativa e sociale della valle. Per recuperare il tempo perduto è ancora possibile.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 agosto - 23:22

La consigliera provinciale del Patt interviene sul tema e spiega: ''Il fatto che non sia mai stata data risposta alle due interrogazioni che ho depositato, mi fa pensare che non si sia voluto farlo per non esplicitare dei dati che erano prevedibili''. Su tutti i numeri sui parti cesarei che a Cavalese sono i più alti della provincia nonostante i parti a rischio vengano trasferiti a Trento

21 agosto - 18:16

L'ex primo cittadino della città scaligera non risparmia nulla al leader della Lega, il responsabile della crisi di Ferragosto: "Salvini a lezione da Giuseppe Conte, che gli ha spiegato il senso delle istituzioni democratiche e di fronte al Paese lo ha inchiodato davanti alle sue responsabilità definendolo sleale, bugiardo, opportunista, assenteista e completamente ignaro dell'abc costituzionale"

21 agosto - 16:04

Salito in Piazza Dante senza biglietto da subito ha fatto resistenza ai verificatori che erano a bordo. Questi compreso che il ragazzo era in stato di alterazione e viste le tante persone a bordo (comprese famiglie con bambini) hanno chiamato le forze dell'ordine ed hanno atteso che il giovane tentasse di scendere prima di agire

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato