Contenuto sponsorizzato

Un fungo per uccidere le piante di ailanto, specie invasiva in Trentino e Alto Adige

Gli esperti dell’unità Protezione delle piante agroforestali della Fondazione Mach nel corso della stagione 2018 hanno studiato alcuni casi di deperimento di piante di ailanto. Da un’indagine informativa e in parte anche diretta sul campo compiuta in varie zone del Trentino e dell’Alto Adige è risultato che l’infezione da Verticillium era presente in una quarantina di siti
Dal blog di Sergio Ferrari - 05 febbraio 2019 - 20:13

Gli esperti dell’unità Protezione delle piante agroforestali della Fondazione Mach nel corso della stagione 2018 hanno studiato alcuni casi di deperimento di piante di ailanto e stabilito che la morte delle piante erano colpite da un fungo del genere Verticillium.

 

Da un’indagine informativa e in parte anche diretta sul campo compiuta in varie zone del Trentino e dell’Alto Adige è risultato che l’infezione da Verticillium era presente in una quarantina di siti.

 

Gli esperti sperano di poter utilizzare il fungo per eliminare le piante di ailanto, specie fortemente invasiva e difficilmente eliminabile con i tradizionali mezzi e metodi di contenimento.

 

L’ipotesi è però inficiata dalla possibilità che il fungo possa aggredire anche piante coltivate

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 22:30

Il plantigrado non avrebbe più vie di fuga e il ministro, che a poche ore dalla fuga ha diffidato la Provincia dall'abbatterlo, chiede nuovamente al presidente Maurizio Fugatti di non uccidere l'animale: "E' un animale braccato e riuscirete a prenderlo ma non sparate. Io mi sto attivando al massimo delle mie competenze per evitare un Daniza2"

16 luglio - 19:29

La settimana scorsa il vicepresidente della circoscrizione di Gardolo, il leghista della prima ora Pacifico Mottes, ha ufficializzato la sua uscita del partito. Il segretario Bisesti: "Per l'affetto sincero che provo per lui non commento". Malumori ci sarebbero però anche in altre zone del territorio

16 luglio - 18:08

Buona la prima per il 30enne Edoardo Fumagalli e per la sua nuovissima brigata: tutti giovani, alcuni già con esperienze internazionali. Matteo Lunelli: "Scelto per bravura, per la sua carica giovanile, per la sua voglia di confrontarsi col mondo"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato