Contenuto sponsorizzato

Viticoltori impegnati nella difesa dalla peronospora

La situazione sanitaria delle viti è sotto controllo, ma precaria per le continue piogge. Una pressione del fungo addirittura maggiore di quella riscontrata nella stagione 2013
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 10 giugno 2018

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

La Valle dei Laghi e il Basso Sarca possono servire a rendere l’idea delle difficoltà incontrate finora dai viticoltori nel controllare mediante fitofarmaci consentiti dal protocollo di produzione viticola integrata volontaria (SQNPI) l’infezione di peronospora.

 

Le continue piogge che favoriscono lo sviluppo della più importante crittogama della vite non solo mantengono le piante sempre bagnate, ma impediscono anche l’ingresso nei vigneti con l’atomizzatore per eseguire i trattamenti preventivi o di emergenza.

 

Il tecnico Nicola Caveden,  dipendente della Cantina Sociale Toblino di Sarche, deve tenere conto anche della diversa quantità di pioggia caduta non solo fra le diverse zone ma anche tra gruppi di vigneti della stessa zona.

 

Finora la situazione sanitaria delle viti è sotto controllo.

 

Ma la situazione è precaria e potrebbe riservare sorprese.

 

Tutto sommato, la pressione del fungo, dice Caveden, quest’anno è addirittura maggiore di quella riscontrata nella stagione 2013

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 12:56

La neve caduta in grandi quantità e appesantita anche da pioggia e temperature in risalita è instabile in molte zone. I tecnici: ''Al di sopra dei 2200 m circa gli abbondanti accumuli di neve ventata degli ultimi giorni sono instabili. Queste possono distaccarsi già in seguito al passaggio di un singolo appassionato di sport invernali e, a livello isolato, raggiungere grandi dimensioni''

18 novembre - 12:38

Nel programma domenicale "Non è l'arena", condotto su La7 da Massimo Giletti, è andata in onda una discussione isterica sull'Alto Adige tra Vittorio Feltri e Michaela Biancofiore, decisamente poco utile alla causa della comprensione della realtà provinciale da parte del grande pubblico nazionale. Alla complessità si è preferita la cagnara, perché insulti e visi avvampati - conditi da gravi inesattezze storiche - fanno più audience

18 novembre - 11:19

Canne fumarie coperte da neve, il rischio è che questa situazione crei un cattivo tiraggio del camino che impedisce la dispersione dei fumi di combustione in atmosfera, favorendo la concentrazione del pericoloso monossido di carbonio (CO) all'interno dell'abitazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato