Contenuto sponsorizzato

Campo Rom a Roncafort, ecco il video. M5S "L'amministrazione sgomberi l'area"

Nel video, spedito dal consigliere Maschio, vengono riprese alcune baracche costruite in mezzo alla vegetazione con pezzi di legno, cartoni e nylon

Di gf - 21 novembre 2017 - 13:25

TRENTO. “Stop al degrado e serve sgomberare immediatamente l'area”, a puntare il dito contro la zona di Roncafort occupata da qualche tempo da alcune famiglie di rom è il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Andrea Maschio. Quest'ultimo è tornato sul tema attraverso un'interrogazione presentata dal gruppo a risposta orale rivolta al sindaco Alessandro Andreatta e alla Giunta.

 

“Nel 2015 – ha spiegato il consigliere – ci sono state le nostre prime richieste di intervento con esposti, domande di attualità, interrogazioni per lottare contro il degrado, la mancanza di igiene e di tranquillità per i residenti di Roncaford Nord. Non si è fatto però nulla”.

 

Nel frattempo l'incendio di un caravan e successivamente, dopo ulteriori stimoli da parte del consiglieri comunali, la decisione dell'amministrazione di sistemare l'area per impedirne l'accesso.

 

Il problema non è stato risolto. “Vi è stata la grandissima idea – ha spiegato Maschio - di sgomberare l'area abusivamente occupata della Sloi con la conseguenza che gli stessi hanno occupato sempre la stessa area di Roncafort Nord oggetto dell'interrogazione. Sono stati lasciati più di un anno senza procedere allo sgombero e ora ci si meraviglia che come documentato dal video allegato vivano in condizioni inumane e con livelli di sicurezza pari a zero”.

 

 

Nel video, spedito dal consigliere Maschio, vengono riprese alcune baracche costruite in mezzo alla vegetazione con pezzi di legno, cartoni e nylon. Ci sono poi tavolini, sedie di plastica, cumuli di rifiuti sparsi nell'area, capi di abbigliamento appesi sugli alberi, una rete metallica con tanto di materasso all'aperto e molto altro.

 

“Riteniamo – ha concluso Maschio – che l'attuale amministrazione sia co-responsabile dell'attuale situazione in cui vivono queste persone e che sono costretti ad accettare i residenti della frazione. Se vi fosse un incendio con vittime l'amministrazione sarebbe direttamente o almeno umanamente responsabile di non averlo impedito pur conoscendo bene il rischio”

 

La richiesta è quindi quella di “sgomberare velocemente l'area”. Una richiesta non nuova ma allo stesso tempo per nulla semplice visto che i Rom sono cittadini comunitari non possono essere allontanati dal territorio nazionale. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 09:53

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.916 tamponi. Sono stati registrati 72 nuovi casi positivi

18 settembre - 12:14

La sospensione di 15 giorni consegue ad una serie di fatti, avvenuti in orario serale e notturno che vanno dalle risse al disturbo della pubblica quiete, al degrado urbano, alle violazioni di norme poste a presidio della serena convivenza, nonché alla palese e grave inosservanza delle disposizioni di contenimento della diffusione del contagio da covid19

18 settembre - 11:42

Impennata di casi quest'oggi anche in Alto Adige con oltre 70 positivi in 24 ore. Trovato uno studente dell'istituto tecnico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato