Contenuto sponsorizzato

Due aggressioni contro Forza Nuova, in cinque fermati dalla Polizia (VIDEO)

Ecco il video delle aggressioni e il momento del fermo dei cinque giovani che hanno lanciato vernice e bottiglie vuote contro il gazebo del partito di estrema destra

Pubblicato il - 21 October 2017 - 17:48

TRENTO. Seconda aggressione, nel giro di nemmeno un'ora, al gazebo di Forza Nuova che si trovava in via Manci. I giovani che poco prima erano riusciti a fuggire (qui l'articolo) dopo il lancio di vernice contro i militanti del partito di estrema destra, sono tornati nuovamente alla carica incuranti del fatto che il posto fosse presidiato dalle Forze dell'ordine.

 

In tre sono riusciti a lanciare una bottiglia di birra vuota, abbattere un totem posizionato vicino al gazebo per poi finire tra le mani dei poliziotti che sono riusciti a placcarli. Anche il segretario della sezione locale di Forza Nuova Numa De Masi si è scagliato contro uno dei tre cingendolo al collo mentre agenti della Questura lo ammanettavano. 

 

Uno di loro, mentre veniva tenuto faccia al muro dalla polizia, ha spiegato le ragioni del gesto, urlando la sua contrarietà all'iniziativa di Forza Nuova "che come Casa Pound aggredisce senza tetto, immigrati e nomadi", accusando le Forza dell'ordine di "scortare" i movimenti di estrema destra. 

 

Tra la prima e la seconda aggressione i giovani aggressori fermati dalla polizia sono stati cinque, due la prima volta e tre la seconda. In tutto, secondo le testimonianze, gli aggressori era una decina.

 

Il gazebo, montato per raccogliere le firme contro la legge a favore dello Ius soli, è stato smontato e l'iniziativa di Forza Nuova è stata annullata. 

 

Qui sotto il video delle aggressioni di oggi:

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 March - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 March - 17:49

La Protezione civile, con il supporto di volontari della Croce rossa, provvederà alla distribuzione dei pasti e a fornire beni di prima necessità e non solo. E' stato chiesto agli studenti di mantenere l’isolamento, "dal momento che il periodo di incubazione della malattia varia tra 2 e 11 giorni e non possibile escludere che i sintomi si manifestino in una fase successiva al tampone" spiega la Direttrice dell’Unità operativa igiene e sanità pubblica dell’Azienda sanitaria

08 March - 17:30

Sono stati analizzati 896 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 18 nuovi ricoveri e 4 dimissioni, 106 le guarigioni da Covid. Ci sono 75 classi in isolamento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato