Contenuto sponsorizzato

Bologna, scontri tra polizia e centri sociali: fermato un 25enne trentino

Il giovane di Trento risulta tra le persone fermate e poi rilasciate dalla polizia dopo gli scontri di via Farini a Bologna, con le forze dell'ordine

Pubblicato il - 17 febbraio 2018 - 19:15

BOLOGNA. Ci sono un 22enne di Castel San Pietro (Bologna) e uno 25enne di Trento tra le persone fermate e rilasciate dalla polizia dopo gli scontri di via Farini a Bologna, con le forze dell'ordine. Anche per il giovane trentino, dunque, è scattata la denuncia a piede libero per manifestazione non autorizzata e lancio di oggetti pericolosi, nello specifico bottiglie.

 

Venerdì, infatti, si sono verificati dei pesanti scontri a Bologna durante una protesta organizzata contro l'iniziativa elettorale di Forza Nuova in piazza Galvani. E il bilancio è stato di quattro agenti e sei manifestanti feriti. Per quanto riguarda le forze dell'ordine che hanno caricato i centri sociali scesi in strada contro il comizio del partito di estrema destra i feriti sono tre poliziotti del Reparto Mobile di Padova (uno ha riportato un trauma a un gomito, altri due, raggiunti da bombe carta, hanno avuto lesioni guaribili in pochi giorni) mentre il quarto agente è rimasto ferito negli scontri del primo pomeriggio, nello sgombero del presidio in piazza Galvani. 

 

Per quanto riguarda gli attivisti sarebbero 6 i feriti, secondo gli organizzatori della manifestazione, per manganellate. La protesta era indirizzata contro il comizio del movimento di estrema destra da molti tacciato di neofascismo. Presente il leader di Forza Nuova Roberto Di Fiore terrorista nero condannato, in passato, per banda armata e associazione sovversiva come capo di Terza posizione. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'08 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 luglio - 12:35

Il tribunale di Trento ha ammesso che le istanze delle associazioni animaliste e ambientaliste hanno motivi di fondatezza e in attesa di una decisione nel merito (rimandata al 30 luglio) per il legale del Wwf scatta la sospensiva del provvedimento di abbattimento. Intanto anche il ministro Costa ha fatto ricorso contro la scelta di Fugatti

10 luglio - 06:01

Il racconto della figlia: "La struttura permette solo un visitatore per volta ma mio papà, poverino, si sente sempre molto spaesato e nel poco tempo a disposizione fa fatica a tenere una vera conversazione. Sono stati insieme per 63 anni di matrimonio, mentre adesso il tempo si è ridotto a pochi momenti"

10 luglio - 12:05

Nell'ultimo bollettino dell'Azienda sanitaria provinciale altoatesina si sono registrati nelle ultime 24 ore altri 5 nuovi positivi, trovati su oltre 600 tamponi effettuati e analizzati. Il numero dei contagi da inizio epidemia sale così a 2658, mentre i decessi rimangono fermi a 292

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato