Contenuto sponsorizzato

Ordigni incendiari sotto le auto della Polizia locale

Sono stati rinvenuti stamattina nella rimessa dietro la sede del Corpo in via Maccani. L'assessore Gilmozzi: "Un brutto segno"

Pubblicato il - 03 dicembre 2017 - 12:17

TRENTO. Nove ordigni incendiari sono stati trovati stamattina sotto altrettante automobili della Polizia locale che erano parcheggiate nella rimessa dell'officina comunale che si trova sul retro della sede del Corpo di via Maccani.

 

Le auto di servizio parcheggiate erano in tutto 11 e sotto alcune di esse sono stati rinvenute delle bottiglie di plastica da un litro e mezzo contenenti liquido infiammabile,  un pezzo di 'diavolina' usato come innesco e attaccato con il nastro adesivo e la miccia di qualche centimetro.

 

Nessun danno, le rudimentali molotov non sono state incendiate. Gli autori sarebbero entrati dal retro, oltrepassando una recinzione alta poco più di un metro e mezzo, una zona che risulta scoperta dalle telecamere.

 

Sul fatto che gli ordigni non siano stati incendiati le ipotesi sono quelle dell'avvertimento o dell'interruzione dell'azione per cause ancora da chiarire. Le vetture parcheggiate nella rimessa, si apprende dall'amministrazione comunale, erano dismesse e inutilizzate

 

Da parte dell'amministrazione, per ora, nessun commento anche per osservare la richiesta di riserbo avanzata dai carabinieri, su quanto accaduto. "Un brutto segnale", si limita ad affermare l'assessore e segretario provinciale del Pd Italo Gilmozzi.

 

Poco più di un anno fa, il 23 novembre, furono incendiate 7 Panda di proprietà di Poste Italiane in uso ai portalettere, e qualche mese prima un'azione simile colpì altre Panda per il servizio posta a Trento Nord.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

30 ottobre - 20:57

Questi alcuni commenti durante la diretta della Provincia per aggiornare il territorio sulla situazione epidemiologica. Rossi (Patt): "Fugatti deve dissociarsi subito e anche prendere provvedimenti altrimenti vuol dire che condivide"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato