Contenuto sponsorizzato

Adunata degli Alpini, ''strage'' di bici in centro: rimossi centinaia di mezzi per liberare la città

La polizia locale armata di cesoie sta portando via le bici dal centro. Al loro posto stanno comparendo 900 Toi Toi

Pubblicato il - 08 maggio 2018 - 11:28

TRENTO. Ieri è toccato alle macchine che sono state rimosse dai vari parcheggi di attestamento. Oggi è tempo di biciclette. Gli operatori del Comune accompagnati dalla polizia locale armati di tenaglie e pazienza stanno spaccando le catene e i lucchetti e portando via le bici attaccate a pali e stalli non autorizzati. Nell'isola pedonale posta tra la stazione e Piazza Dante stanno facendo una vera ''strage'' rimuovendo fino a un centinaio di mezzi.

 

 

Le bici abbandonate vengono caricate su un furgone e portate via nei magazzini del comando della polizia locale. La procedura era stata annunciata e in molte zone ci sono anche i cartelli che annunciavano la rimozione qualora fossero rimaste lì anche in questi giorni. Nelle zone del centro, poi, sono state direttamente rimosse le rastrelliere. Le bici, infatti, potrebbero essere d'impiccio a marce e sfilate.

 

 

 

Le 600.000 persone che sono attese in questi giorni, infatti, riempiranno ogni più piccolo spazio della città e le bici rischierebbero di diventare degli ostacoli anche pericolosi. Il tutto mentre stanno comparendo file e file di bagni pubblici. Sono circa 900 i Toi Toi che stanno venendo dislocati sulle vie e piazze cittadine. La pulizia avverrà due volte al giorno con interventi extra in caso di necessità. 

 

 

Per chi non trovasse più la sua bicicletta, invece, può rivolgersi al comando della polizia locale e recarsi in via Maccani. Probabilmente troverà lì il suo mezzo. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 19:59

Nel rapporto odierno la Provincia specifica che sono 6 le persone con sintomi, mentre 42 sono stati individuati mediante l'attività di contact tracing. Una quindicina di casi è legata alle indagini condotte tra i raccoglitori di frutta, mentre un numero analogo invece è collegato a contagi avvenuti in ambiti familiari. Emerge anche oggi un caso legato ai cluster della filiera alimentare

01 ottobre - 18:12

Tante, brutte, immagini di serate balorde, di rifiuti abbandonati, di una città che la domenica, troppe volte, si è svegliata in queste condizioni. L'ultima volta questo weekend quando in pochissimi rispettavano le norme di sicurezza per evitare la diffusione del virus. Il comitato antidegrado: ''Sarebbe opportuno scrivere urgentemente un nuovo regolamento anche a Trento che dopo le 22 è vietato il consumo di alcolici all'esterno dei locali e le vendita stessa''

01 ottobre - 19:14

Era dai primi di luglio che non si registravano morti per Covid in provincia di Belluno. Ora i decessi totali sono 114. Otto i positivi nelle ultime 24 ore, 5 nel Cadore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato