Contenuto sponsorizzato

Ancora a segno i cani antidroga della Finanza, fermato un 23enne

Durante alcuni controlli a Rovereto nella zona della stazione e di Piazzale Orsi sequestrati alcuni grammi di hashish e marijuana 

Pubblicato il - 17 August 2018 - 17:47

ROVERETO. Sono andati ancora a segno i cani antidroga della Guardia di Finanza di Trento Gabriel e Nabuco. Questa volta è successo a Rovereto durante nel corso di un controllo nelle zone della Stazione ferroviaria e di Piazzale Orsi.

 

Durante i pattugliamenti, i due cani hanno “puntato” un maghrebino di 23 anni che, vistosi alle strette, ha spontaneamente consegnato circa dieci grammi di hashish.

 

Viste le circostanze, è stato segnalato amministrativamente per detenzione di stupefacenti per uso personale. Al termine delle attività i due segugi hanno trovato, nascosto in mezzo alle siepi del piazzale, un involucro di circa venti grammi di marijuana che è stato sequestrato a carico di ignoti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 January - 05:01

Dalle versioni contraddittorie di Pat e Apss alla conferma del Ministero della Salute che sottolinea: “Il tampone molecolare di controllo deve essere fatto nel più breve tempo possibile. Su questo non c’è dubbio. Non mettiamo un limite temporale, ma possibilmente entro 24-48 ore”. Eppure in Trentino è stato dimostrato che servono almeno 10 giorni

24 January - 09:23

Dopo la morte di Matiu la dura presa di posizione de Il gioco degli specchi: “È inaccettabile che una persona muoia di freddo, soprattutto in uno dei Paesi più ricchi del mondo e in una Provincia come la nostra. Nel mirino anche Segnana che sostiene che i posti letto sia sufficienti: “Le persone costrette a dormire all’aperto sono ancora tante”

24 January - 08:17

La giovane ha consegnato agli inquirenti i vestiti che Benno la sera del 4 gennaio aveva lasciato a casa sua per essere lavati. Intanto continuano senza sosta le ricerche dei corpi dei due coniugi 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato