Contenuto sponsorizzato

Degrado e sporcizia attorno al palazzo delle Poste. Pattini: ''E' una indecenza, bisogna intervenire''

Il capogruppo del Patt in consiglio comunale a Trento chiede al sindaco di intervenire presso Poste Italiane perché si sistemi l'area e all'edificio sia "realizzato un minimo di manutenzione"

Pubblicato il - 03 settembre 2018 - 16:08

TRENTO. “Erbacce, marciapiedi dissestati ma anche rifiuti abbandonati e deiezioni. Serve intervenire subito perché uno dei palazzi storici della nostra città non può rimanere così”.  Questa la richiesta che arriva dal capogruppo del Patt in consiglio comunale a Trento, Alberto Pattini che, attraverso una interrogazione, chiede alla Giunta di intervenire per riportare “un minimo di decoro e di manutenzione attorno al palazzo delle Poste Centrali che si trova tra via Calepina, via SS Trinità e via Mantova".

 

“Lateralmente all'immobile di proprietà della società Poste Italiane – ha spiegato Pattini - é posizionato il cartello con la scritta 'Il bello ci salverà'. Un'infinita tristezza un simile manifesto in un contesto di avanzato degrado dove tutto é abbandonato all'incuria”.

Ripercorrendo la storia dell’edificio, iniziata nel 1512 come palazzo residenziale della famiglia A Prato, per poi diventare zuccherificio e sede delle Poste, ci si interroga sul perché di tanta attesa per un doveroso intervento di restauro. Ad inizio anno il Comune, per bocca dell'assessore Paolo Biasioli, si era detto intenzionato ad intervenire sulla zona ma fino ad oggi non si è visto ancora alcun miglioramento. 

Pattini ha sottolineato lo stato di alcuni tratti di marciapiede talmente dissestati da diventare pericolosi per i cittadini che ci camminano sopra. “ Sono decenni che la proprietà  - ha continuato il capogruppo del Patt - ha lasciato l' immobile in completo stato di abbandono. Attorno a questo edificio ci si trova di tutto e il rischio che il degrado aumenti è alto”.

 

Ecco allora che attraverso una interrogazione si chiede che l'Amministrazione comunale intervenga rivolgendosi a Poste Italiane affinché “all'immobile sia realizzato un minimo di manutenzione”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 20:41

L'intervento della Pat si articola in due fasi. Critiche anche Uil e Nursing up: "Ci chiediamo dove siano finiti i finanziamenti economici aggiuntivi che la Provincia ha ricevuto in marzo e maggio dal governo di Roma per sanità e contrattazione, per non parlare poi dei 20 milioni già stanziati nelle finanziarie provinciali per il nuovo contratto del pubblico impiego 2019/2021 e poi soppressi"

25 maggio - 19:16

Ci sono 5.400 casi e 462 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 675 (315 letti da Apss e 360 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tampone a 0,15%

25 maggio - 18:12
I tamponi analizzati sono stati 675 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,15%, il dato più basso da inizio epidemia. Un positivo nelle ultime 24 ore. Il Trentino si porta complessivamente a 5.400 casi e 462 decessi da inizio emergenza coronavirus
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato