Contenuto sponsorizzato

Domani i lavoratori della Lidl incrociano le braccia. Filcams Cgil: ''Condotta inaccettabile della multinazionale''

Protesta indetta dalla Filcams dopo il rinnovo separato dell'integrativo e l'interruzione della trattativa con l'azienda

Pubblicato il - 12 luglio 2018 - 13:16

TRENTO. La Filcams Cgil ha indetto uno sciopero e domani i lavoratori e le lavoratrici dei supermercati Lidl sono pronti a incrociare le braccia per l'intera giornata al fine di raggiungere un contratto migliore.

 

Tutto inizia il 6 marzo scorso, quando il sindacato non ha firmato l'accordo in quanto è ritenuto dalla Filcams peggiorativo delle condizioni dei dipendenti. 

 

Da quel momento si sono susseguiti tentativi di riaprire il confronto per recuperare sui contenuti dell'intesa e arrivare a una firma condivisa. "L'ultimo tentativo, quello del 22 scorso, è però naufragato - spiega la Filcams Cgil - davanti all'indisponibilità e le rigidità da parte della multinazionale tedesca rispetto alle richieste avanzate dalla categoria del terziario della Cgil. Da qui la scelta di proclamare lo sciopero.

 

“Lidl si rifiuta di entrare nel merito delle nostre proposte. Una condotta inaccettabile - commenta il sindacato - che conferma la precisa volontà della società di continuare a non mantenere alcun tipo di relazione con la Filcams dopo la sottoscrizione di un accordo che, pur in presenza di risultati economici estremamente positivi da parte dei supermercati, determina un sostanziale arretramento della qualità dell’occupazione nei punti di vendita”.

 

In particolare il sindacato propone il superamento del regime di flessibilità incontrollata per i lavoratori part time, introdotto dal nuovo contratto integrativo aziendale in deroga al contratto collettivo nazionale di lavoro, l’inserimento di una disciplina relativa al consolidamento degli orari di lavoro, la definizione di un sistema di incentivazione variabile e una regolamentazione chiara e sostenibile del lavoro domenicale.

 

Domani mattina anche una delegazione di lavoratori della Filcams del Trentino e dell'Alto Adige parteciperà al presidio davanti al magazzino di Pontedera (Pisa) alle 5.00. Un'iniziativa analoga si svolgerà anche al magazzino di Massa Lombarda in provincia di Ravenna. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 19:59

Nel rapporto odierno la Provincia specifica che sono 6 le persone con sintomi, mentre 42 sono stati individuati mediante l'attività di contact tracing. Una quindicina di casi è legata alle indagini condotte tra i raccoglitori di frutta, mentre un numero analogo invece è collegato a contagi avvenuti in ambiti familiari. Emerge anche oggi un caso legato ai cluster della filiera alimentare

01 ottobre - 18:12

Tante, brutte, immagini di serate balorde, di rifiuti abbandonati, di una città che la domenica, troppe volte, si è svegliata in queste condizioni. L'ultima volta questo weekend quando in pochissimi rispettavano le norme di sicurezza per evitare la diffusione del virus. Il comitato antidegrado: ''Sarebbe opportuno scrivere urgentemente un nuovo regolamento anche a Trento che dopo le 22 è vietato il consumo di alcolici all'esterno dei locali e le vendita stessa''

01 ottobre - 19:14

Era dai primi di luglio che non si registravano morti per Covid in provincia di Belluno. Ora i decessi totali sono 114. Otto i positivi nelle ultime 24 ore, 5 nel Cadore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato