Contenuto sponsorizzato

E' tornato a bruciare il bosco sopra a Tremosine. Nuovi focolai nella notte

Ieri sembrava che le fiamme fossero state domate completamente ma alcuni focolai hanno ricominciato a bruciare. Nei giorni scorsi il fuoco si era esteso fino a 40 ettari di bosco ma ora la zona colpita sembra molto più vasta

Pubblicato il - 19 agosto 2018 - 10:55

TREMOSINE. Sembrava che l'incendio divampato giovedì scorso nei boschi della zona di Vesio fosse stato definitivamente domato, grazie al lavoro ininterrotto dei corpi dei vigili del fuoco lombardi ma anche trentini, tra cui quelli dell'Alto Garda, ma nella notte alcuni focolai hanno ricominciato a bruciare.

 

Nei giorni scorsi l'estensione delle fiamme ha raggiunto un'ampiezza di 40 ettari di bosco ma ora l'area potrebbe colpita potrebbe essere ancora più vasta (Guarda le FOTO). Per arginare l'incendio sono intervenuti 4 Canadair e 2 elicotteri che pescavano acqua direttamente dal Garda per poi scaricarla sul bosco in fiamme e il corpo di Riva del Garda ha fornito, trasportato ed installato un bacino idrico portatile della capacità di 15mila litri da dove potesse attingere la benna dell'elicottero.

 

Dalla mattina di oggi nuove operazioni di spegnimento. Alcuni focolai hanno ricominciato la loro attività e saranno necessari altri interventi per mettere in sicurezza la zona e domare definitivamente l'incendio che impegna protezione civile e vigili del fuoco dallo scorso giovedì.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.53 del 30 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 giugno - 19:46

Ci sono 5.435 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 685 (326 letti da Apss e 359 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,44% di test positivi. Sono 3 i nuovi casi e nessun morto legato a Covid-19 nelle ultime 24 ore

01 giugno - 18:47

Preoccupano i mesi di settembre e ottobre con l'arrivo dell'influenza ma soprattutto gli affollamenti nei luoghi al chiuso. Ferro: "E' terreno fertile per il coronavirus, riconoscerlo dall'influenza è difficile per questo abbiamo impostato una vaccinazione di massa"

01 giugno - 18:40

Il presidente della Pat ha parlato a lungo anche della questione nidi e materne tradendo un pensiero evidentemente comune nella Giunta di vedere queste strutture come dei meri parcheggi di bambini. Tutto è ricollegato al tema economico: ''Così i genitori possono tornare a lavorare''. Si torna a circolare liberamente in regione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato