Contenuto sponsorizzato

Elezioni, si è votato anche al carcere di Spini: "Affluenza in crescita"

Le operazioni si sono svolte senza particolari criticità e l'affluenza è stata nettamente superiore alle votazioni precedenti. La Garante provinciale dei diritti dei detenuti: "Necessaria una riforma dell'ordinamento penitenziario"

Pubblicato il - 04 marzo 2018 - 22:13

TRENTO. Ultimi istanti per esprimere la propria preferenza, grande affluenza nelle urne sparse sul territorio (Qui articolo) e si è votato anche al carcere di Spini.

 

"Le operazioni - spiega Antonia Menghini, Garante provinciale dei diritti dei detenuti - si sono svolte senza particolari criticità e l'affluenza è stata nettamente superiore alle votazioni precedenti. Ringrazio il presidente e i due scrutatori del seggio elettorale, che si sono prodigati per garantire la corretta modalità di espressione del diritto di voto da parte dei detenuti, oltre all'ufficio matricola della Casa circondariale che ha validamente operato nel seguire le procedure di accesso al voto".

 

Un momento per esprimere un appello: "E' necessaria - conclude Menghini - una riforma dell'ordinamento penitenziario, che risale al lontano 1975. In particolare, non posso non esprimere convinto apprezzamento per quanto si prevede nello schema di decreto legislativo attuativo della legge delega Orlando in relazione alla vita detentiva ed ai diritti dei detenuti".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 luglio - 05:01

L’assestamento di bilancio presentato dalla giunta Fugatti non convince, Rossi: “Pura propaganda, se poi non si stanziano i fondi le grandi opere rimarranno solo sulla carta, gli unici cantieri che sono stati avviati sono collegati alle opere pensate nella scorso legislatura”. Per gli imprenditori le chiusure domenicali provocheranno la fuga dei consumatori verso Bolzano e il Veneto

12 luglio - 20:06

C’è sconcerto tra i segretari di Cgil, Cisl e Uil che, durante l’audizione in prima commissione del Consiglio provinciale, hanno appreso che la manovra di fatto prevede tagli al bilancio provinciale per 100 milioni di euro sul 2020 e per 200 milioni di euro sul 2021

12 luglio - 18:02

Il totale sul territorio resta così a 5.503 casi e 470 morti da inizio epidemia. La Pat: "Rispetto a ieri migliorano decisamente i dati riferiti al contagio a Covid-19 in Trentino". In Alto Adige sono stati registrati 5 casi di nuova positività

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato