Contenuto sponsorizzato

Finisce in un canalone, 32enne portato in salvo dal Soccorso alpino

L'uomo, un turista belga, era uscito per una escursione. Nella tarda serata di ieri l'allarme e l'intervento del Soccorso alpino con l'elicottero 

Pubblicato il - 14 luglio 2018 - 08:26

MADONNA DI CAMPIGLIO. E' stato riportato in salvo ieri sera, attorno alle 22, il turista belga 32enne che nel pomeriggio aveva deciso di effettuare una escursione nel sentiero che dal rifugio Peller porta a Malga Mondifrà.

 

Ad un certo punto, però, l'uomo non è più riuscito a trovare la giusto percorso ed è finito in un canalone sul versante nord del Dosso Scrinzi a una quota di circa 1600 metri procurandosi delle ferite.

 

Non riuscendo a proseguire ha chiamato il Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 20. Il coordinatore dell’Area operativa Trentino Occidentale ha chiesto l’intervento dell’elicottero e delle squadre di terra del Soccorso Alpino.

 

Circa 25 uomini sono stati attivati nelle ricerche dell’uomo, che era difficilmente localizzabile. L’elicottero, dopo aver imbarcato il personale del Soccorso Alpino, ha effettuato una ricognizione dall’alto, riuscendo a individuare l’escursionista, che è stato verricellato a bordo e trasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento per gli accertamenti medici.

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 settembre 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 19:44

Il consigliere provinciale lascia il centrosinistra. E' arrivato l'ok di Fugatti: "Non si tratta di un ex assessore o di chi ha avuto ruoli importanti all'interno del centrosinistra nella scorsa legislatura”

20 settembre - 20:31

Dei fantomatici ''Alcuni giornalisti dell'Ordine'' avrebbe depositato un esposto per un reato che non c'entra assolutamente nulla con quanto fatto da lui (''una leggerezza'', c'ha spiegato) ma qualche sito ha pensato di pubblicare le voci così come l'ha ricevute 

20 settembre - 18:39

C’è anche un progetto del Centro di biologia integrata dell’Università di Trento tra i sei programmi internazionali finanziati da una collaborazione tra Cancer Research Uk, Airc e Fc Aecc. L’obiettivo è quello di sviluppare un esame del sangue che aiuti a selezionare il trattamento da utilizzare nei pazienti con cancro alla prostata avanzato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato