Contenuto sponsorizzato

Il veleno per topi ha ucciso la cagnolina Milù, la proprietaria: ''Troppe esche avvelenate in giro senza alcun rispetto della legge''

La legge prevede che il veleno sia posizionato in appositi contenitori in modo da minimizzare il rischio di ingestione da parte di altri animali non bersaglio. In pochi però rispettano questi obblighi

Di gf - 04 aprile 2018 - 20:29

CIMONE. L'allarme è stato lanciato anche da parte delle associazioni animaliste: le esche avvelenate usate spesso contro i topi, sparse sul territorio senza alcun accorgimento, stanno diventando sempre più un vero e proprio rischio mortale per cani e gatti.

 

Parole queste che si sono rivelate verità per una piccola cagnolina di 8 anni di nome Milù che è morta a Cimone proprio per aver ingerito del veleno per topo lasciato in giro da qualcuno.

 

“Più di una volta – ha spiegato la proprietaria di Milù, Erika Tamanini – abbiamo trovato in prossimità del nostro giardino delle bustine rosa, quelle contenenti il veleno per topi. I vicini di casa dopo aver negato in un primo momento, hanno poi confermato di usarle”.

 

Il problema, però, sta nel modo in cui queste bustine di veleno quasi sempre vengono usate senza le giuste precauzioni. La normativa, infatti, è molto chiara e basterebbe anche leggere le istruzioni riportate nelle bustine per topi per limitare i pericoli.

 

La norma prevede che “Nel caso di rodenticidi per uso civile deve essere previsto un contenitore, all'atto dell'utilizzo, con accesso solo all'animale bersaglio” e poi si chiarisce che “ le esche devono essere disposte in modo da minimizzare il rischio di ingestione da parte di altri animali non bersaglio e devono essere fissate in modo che non possono essere trascinate via dai roditori”.

 

“Il veleno per topi – spiega Tamanini – lo abbiamo trovato sparso sul prato e senza l'utilizzo di alcun genere di contenitore. Anche in prossimità di un asilo mettendo a rischio anche la vita dei bambini che vendendo una bustina rosa la potrebbero prendere in mano”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 12:13

Al gestore del bar la sanzione di 400 euro perché ha violato le disposizioni che impongono di non poter ricevere alcun cliente dopo le ore 18 all’interno del locale.  I controlli messi in campo da una task force interforze, voluta dal Questore di Trento, composta da agenti della Polizia di Stato, della Polizia Locale di Trento e della Guardia di Finanza che ha passato al setaccio i locali pubblici della città

22 gennaio - 20:15

Entro il 2025 gli orsi potrebbero raggiungere quota 129 ma degli esemplari più problematici fin qui monitorati, 9 sono già morti (4 abbattuti, 3 morti accidentalmente durante le fasi di cattura, 2 vittima di bracconaggio), mentre 4 si trovano in cattività, 3 sono scomparsi (si teme il bracconaggio). Di fatto solo 3 esemplari sono liberi e se ne conoscono le condizioni di salute

24 gennaio - 12:12

Una squadra composta da 10 alpinisti nepalesi è stata la prima a conquistare la vetta del K2 in inverno, non era mai successo prima: Nessuna avidità ma solo solidarietà – afferma Nirmal Purja che ha guidato la spedizione – il riscaldamento globale e il cambiamento climatico sono una delle sfide più importanti che il mondo sta affrontando in questo momento. Se ci uniamo possiamo rendere tutto possibile”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato