Contenuto sponsorizzato

In Trentino tra i valori più bassi in Italia di abbandono scolastico. Save The Children: ''Però un minore su tre non legge''

Dallo studio condotto dall'associazione si evince che Trento si distingue positivamente anche per ciò che concerne le attività educative e culturali delle quali i bambini hanno la possibilità di fruire

Foto: Save The Children
Pubblicato il - 17 maggio 2018 - 23:25

TRENTO. Alcuni bambini, pur vivendo in contesti di grave disagio, sfuggono a tutte queste previsioni e, nuotando contro corrente, raggiungono successi nell’apprendimento paragonabili a quelli dei loro coetanei delle famiglie più benestanti.

 

A distinguersi positivamente tra le regioni italiane c'è anche il Trentino Alto Adige dove il 38% dei minori di 15 anni in condizioni socio-economiche e culturali svantaggiate si dimostra resiliente e nonostante le condizioni di svantaggio iniziali riesce a raggiungere le competenze minime sia in matematica che in lettura, incidenza superata solo in Lombardia, Veneto e Piemonte e significativamente più alta rispetto a quella nazionale del 20%. Oltre a questo, se a livello nazionale il 14% dei ragazzi abbandonano gli studi precocemente,  a Trento tale percentuale è ben più bassa e non supera il 7,9%, mentre a Bolzano supera di poco l'11%.

 

Ad affermarlo è Save The Children, rilanciando la campagna 'Illuminiamo il futuro'. Secondo il rapporto dell'Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro, il tasso di abbandono scolastico nella regione, dell'11,1% a Bolzano e del 7,9% a Trento, risulta inferiore rispetto alla media nazionale (13,8%). Quello di Trento è tra i meno elevati d'Italia (solo Umbria e Veneto registrano un tasso inferiore).

 

Sempre dal report, si evince che Trento si distingue positivamente anche per ciò che concerne le attività educative e culturali delle quali i bambini hanno la possibilità di fruire, nonostante sia ancora alto il numero di coloro che non possono accedervi in modo adeguato: in un anno 2 su 5 (25,5%) non hanno visitato musei o mostre, meno della metà (48,9%) non ha visitato un sito archeologico e circa un terzo non ha letto alcun libro (32,6%).
 

Circa 4 bambini su 10, invece, non praticano sport (a Bolzano il 39,4% e a Trento il 41%), 1 su 4 non usa internet (a Bolzano il 24,4% e a Trento il 26,1%), e la maggior parte non ha accesso ad asili nido o ad altri servizi per l'infanzia (l'86,6% a Bolzano e il 75,6% a Trento). A Trento, sempre secondo il rapporto di Save the Children,  quasi 1 minore su 3 non legge libri. Inoltre, sia a Trento che Bolzano, quasi la metà dei minori non va a teatro. Infine, a Trento il 75% dei minori non assiste a concerti, percentuale che si abbassa al 57% a Bolzano, a fronte di una media nazionale del 77%.

 

Qui è possibile trovare il rapporto intero realizzato da Save The Children

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 luglio - 20:00
Trovati 38 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 8 guarigioni. Ci sono 6 pazienti in ospedale, nessuno in terapia [...]
Cronaca
27 luglio - 19:08
Un violentissimo nubifragio si è abbattuto sulla città nel pomeriggio, colata di fango e sassi a Mattarello. Criticità anche in Valsugana. Una [...]
Cronaca
27 luglio - 18:33
Aveva 44 anni e mamma di due bambini. Probabile un malore che si è rivelato fatale. Guglielmi: "Ci sono momenti e situazioni che non si vorrebbero [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato