Contenuto sponsorizzato

Incidente in autostrada, auto cappottata. Rimangono incastrate nelle lamiere una donna e una bimba di 11 anni. Traffico in tilt

Trasportate in ospedale, i traumi riportati non destano preoccupazione. E' successo all'altezza di Avio. Sul posto anche la Polizia Stradale

Pubblicato il - 29 marzo 2018 - 16:23

AVIO. Poteva finire molto peggio di così ma fortunatamente per una donna e una bambina di 11 anni solo qualche contusione. L'incidente è avvenuto poco prima delle 14 sull’autostrada del Brennero, quando il mezzo su cui viaggiavano si è cappottato all’altezza di Avio, in carreggiata nord, più o meno dove si trova la concessionaria della Subaru.

 

Nei primi momenti la situazione è sembrata molto grave, le due ferite erano infatti intrappolate all'interno dell'abitacolo, impossibilitate a uscire. Solo l'intervento dei Vigili del Fuoco di Avio ha permesso di estrarle dalle lamiere. Sono stati attimi di panico, più per lo spavento che per le reali condizioni mediche. 

 

Sul posto si sono portate l'ambulanza, l'automedica e l'elicottero del 118 che però è atterrato al vicino campo sportivo. La donna e la bambina sono state portate all'ospedale per accertamenti e per curare le contusioni causate dalla cintura e dal violento impatto. 

 

Ad avere la peggio è stato il traffico. Oggi era previsto traffico da bollino rosso in A22 e infatti pochi minuti dopo l’incidente si sono create lunghe code tra Ala- Avio e Rovereto Sud . Sul luogo dell'incidente, oltre ai mezzi sanitari e i Vigili del fuoco volontari, è intervenuta la Polizia Stradale per i rilievi. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 novembre - 13:53

In 10 anni spesi oltre 1,6 milioni di euro per borse di studio e contributi per soggiorni studio all'estero in favore dei figli di personale tecnico e amministrativo e dei collaboratori esperti linguistici. Per l'accusa, questi sussidi, sono stati erogati in maniera illegittima provocando un danno erariale, pertanto a risponderne sono stati chiamati due dipendenti dell'Università che hanno sottoscritto l'accordo in questione 

12 novembre - 13:12

E' avvenuto sull'Altopiano della Vigolana, dove il giovane risiedeva. Pedinato dai finanzieri, è stato fermato e ha tentato la fuga. La perquisizione dell'auto e della casa hanno così portato al rinvenimento di 7 etti di fumo, 15mila euro e due lingotti d'oro. Il soggetto era stato protagonista dell'efferato pestaggio di un militare al di fuori di un noto locale valsuganotto. Arrestato

12 novembre - 05:01

“Bene, è arrivata una nuova pollastrella” , sono queste le parole che Hope (nome di fantasia per motivi di sicurezza) ha sentito la mattina che ha capito di essere stata venduta alla mafia nigeriana. Aveva appena 18 anni quando è successo. E' stata costretta a spogliarsi, a farsi valutare come un oggetto all'asta da Madame, colei che si occupa del business nigeriano. Poi è finita sulla strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato