Contenuto sponsorizzato

La Chiesa di San Pietro torna alla normalità: cancellate le scritte. E' cominciata l'operazione di pulizia degli edifici storici

Dopo che il consigliere del Patt Pattini in Comune aveva chiesto un "cambio di passo" sulla questione scritte sui muri, finalmente è arrivato l'accordo tra amministrazione, curia e beni culturali

Di Luca Pianesi - 06 aprile 2018 - 11:49

TRENTO. La Chiesa di San Pietro e piazzetta Anfiteatro stanno tornando alla normalità. Finalmente una ditta specializzata da questa mattina si è messa al lavoro per pulire quelle brutte scritte che da tempo deturpano la facciata della chiesa e vari muri della zona. Si tratta, spiega il Comune, dei primi frutti dell'accordo fatto dall'amministrazione con la soprintendenza dei beni culturali e la curia per accelerare la rimozione degli imbrattamenti dagli edifici storici – religiosi e non – del centro storico cittadino.

 

Due settimane fa la decisione della maggioranza in Comune guidata dal capogruppo Patt Alberto Pattini che aveva chiesto al sindaco e alla giunta di “cambiare passo” anche con l'introduzione di nuove telecamere che potessero individuare gli autori di questi imbrattamenti.

 

 

“I problemi principali per intervenire – spiegava il Comune – riguardano soprattutto i palazzi storici che non vengono risparmiati dall'imbrattamento ma che per ripulirli necessitano di accorgimenti particolari. Stiamo lavorando assieme alla Provincia per capire come questi procedimenti possano essere velocizzati”.

 

Ora la procedura parrebbe ben avviata e finalmente alcuni obbrobri spariranno dai muri della nostra città, ricordando sempre che la colpa, in questo caso, è di sciocchi cittadini e ragazzi maleducati più che dell'amministrazione che è costretta a intervenire "per curare" il problema, ma la "prevenzione" spetterebbe alla stessa comunità, alle famiglie e agli amici di chi sporca i beni comuni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

21 novembre - 19:46

Per colpa del maltempo una frana si è abbattuta sulla strada che collega le frazioni di Zoldo Alto e Forno di Zoldo (dove si trova la scuola). Per questo i bambini sono stati coinvolti in una singolare avventura: aggirare la colata di fango sopra una passerella sul torrente Maé

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato