Contenuto sponsorizzato

La Chiesa di San Pietro torna alla normalità: cancellate le scritte. E' cominciata l'operazione di pulizia degli edifici storici

Dopo che il consigliere del Patt Pattini in Comune aveva chiesto un "cambio di passo" sulla questione scritte sui muri, finalmente è arrivato l'accordo tra amministrazione, curia e beni culturali

Di Luca Pianesi - 06 April 2018 - 11:49

TRENTO. La Chiesa di San Pietro e piazzetta Anfiteatro stanno tornando alla normalità. Finalmente una ditta specializzata da questa mattina si è messa al lavoro per pulire quelle brutte scritte che da tempo deturpano la facciata della chiesa e vari muri della zona. Si tratta, spiega il Comune, dei primi frutti dell'accordo fatto dall'amministrazione con la soprintendenza dei beni culturali e la curia per accelerare la rimozione degli imbrattamenti dagli edifici storici – religiosi e non – del centro storico cittadino.

 

Due settimane fa la decisione della maggioranza in Comune guidata dal capogruppo Patt Alberto Pattini che aveva chiesto al sindaco e alla giunta di “cambiare passo” anche con l'introduzione di nuove telecamere che potessero individuare gli autori di questi imbrattamenti.

 


 

“I problemi principali per intervenire – spiegava il Comune – riguardano soprattutto i palazzi storici che non vengono risparmiati dall'imbrattamento ma che per ripulirli necessitano di accorgimenti particolari. Stiamo lavorando assieme alla Provincia per capire come questi procedimenti possano essere velocizzati”.

 

Ora la procedura parrebbe ben avviata e finalmente alcuni obbrobri spariranno dai muri della nostra città, ricordando sempre che la colpa, in questo caso, è di sciocchi cittadini e ragazzi maleducati più che dell'amministrazione che è costretta a intervenire "per curare" il problema, ma la "prevenzione" spetterebbe alla stessa comunità, alle famiglie e agli amici di chi sporca i beni comuni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 January - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 January - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 January - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato