Contenuto sponsorizzato

Scritte anarchiche sui muri a Trento, prosegue la pulizia da parte del Comune

Il Comune di Trento ricorda ai privati cittadini che se vogliono presentare richiesta per cancellazione di scritte possono farlo compilando il modulo che trovano sul sito del Comune

Pubblicato il - 22 marzo 2019 - 10:50

TRENTO. Proseguono i lavori di pulizia delle scritte sui muri delle case presenti sul percorso della manifestazione anarchica di sabato scorso.

 

Il lavoro iniziato martedì da parte degli operai del Comune di Trento ha già portato alla pulizia di numerose facciate degli edifici pubblici in diverse zone della città, da via Giusti a via Perini a via Travai. Gli operai sono all'opera anche oggi su altre strade.

 

L'intervento che viene fatto riguarda decine di scritte ingiuriose e offensive che deturpano i muri di numerose case lungo il percorso fatto corteo nello scorso fine settimana.

 

Il Comune di Trento ricorda ai privati cittadini che se vogliono presentare richiesta per cancellazione di scritte possono farlo compilando il modulo che trovano sul sito del Comune, QUI IL LINK

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 luglio - 19:27

Dopo la boutade di Sgarbi che aveva definito il planetario “tre palle su un prato” ecco la mossa del Muse che incassa già alcuni endorsement importanti come quello dell’astronauta Samantha Cristoforetti: “Evento importante per la città di Trento e non solo”. Lanzinger: “Un unicum per tecnologia e innovazione”

21 luglio - 12:18

La storia della squadra di calcio che è diventata un esempio di inclusione e dialogo interculturale vista attraverso gli occhi di Youness Et-tahiri che per un anno ha giocato con il team di Trento e che adesso sta per trasferirsi in un altro club, ma che fa sapere: “Questo è solo un arrivederci”

21 luglio - 19:00

Il consigliere dei Verdi non ha votato il Prg ed è uscito dall'aula puntando il dito contro la maggioranza che ha accettato l'emendamento arrivato dai banchi della minoranza. "In una fase di cambiamenti climatici enormi, dove lo zero termico si alza sempre più e noi insistiamo con le politiche turistiche legate allo sci in luoghi che fra 10/15 anni non avranno più le condizioni per avere la neve"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato