Contenuto sponsorizzato

''Alpini assassini', nuove scritte sulla sede Ana di Trento. Le penne nere contro gli anarchici: ''Buffoni e codardi, ripuliremo''

A scoprire la scritta alcuni alpini questa mattina. Renzo Merler: "Per noi sarà motivo per ritinteggiare le pareti esterne, ottimo allenamento per i futuri impegni" 

Pubblicato il - 06 dicembre 2019 - 13:41

TRENTO. Le manifestazioni e i cortei che si sono tenuti nella serata di ieri da un gruppo di anarchici per le vie cittadine dopo la sentenza che ha portato alla condanna di sei persone (QUI L'ARTICOLO), hanno purtroppo lasciato il segno.

 

A denunciarlo sono stati alcuni rappresentanti degli alpini della sezione di Trento. Questa mattina, infatti, su un muro in vicolo Benassuti, è apparsa la scritta : “Alpini assassini”.

 

Se da un lato la sezione in via ufficiale vuole tenere il profilo basso mettendosi all'opera in maniera volontaria per la pulizia del muro, dall'altro l'ennesimo sfregio è stato condannato duramente dal vicepresidente Renzo Merler.

 

La vil mano cambia, ma la testa di cazzo rimane sempre uguale. Oggi al risveglio, dopo l'ennesima sfilata serale per le vie cittadine dei buffoni e codardi anarchici, il muro della nostra sede si presenta così. Per noi sarà motivo per ritinteggiare le pareti esterne, ottimo allenamento per i futuri impegni di ristrutturazione della casa nel borgo Rondine - cittadella della Pace ad Arezzo”.

Saranno ora gli alpini, che, ancora una volta, si metteranno al lavoro per cancellare la scritta.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 gennaio - 05:01

Una riforma che viene presentata e spiegata tra le elezioni amministrative. Magari un sindaco può anche essere d'accordo e un successore potrebbe trovarsi a incassare un iter iniziato da altri. Poi c'è la partita operatori. Tra scorporazioni e nuovi assetti si ipotizza uno spezzatino per arrivare a 10 Aziende per il turismo. Il punto di partenza sono 15 Apt e 5 Consorzi Pro loco. Il rischio è di non soddisfare nessuno e vedere nascere Pro loco ovunque

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato