Contenuto sponsorizzato

Maltempo, è corsa alla solidarietà: nel bellunese arriva il fieno dalla pianura e 40 mila euro dai donatori del sangue

Dal padovano son partiti trattori e camion per portare in quota il fieno per gli animali rimasti sprovvisti. Padrin: ''Adesso dovremo lavorare con Trentino e Alto Adige per il recupero del legname e rimediare ai danni ambientali e paesaggistici"

Di Luca Andreazza - 28 novembre 2018 - 20:50

BELLUNO. Il Veneto continua la battaglia contro i danni del maltempo. E si registra tanta solidarietà, come quella degli allevatori di Padova che si sono uniti per aiutare i colleghi del bellunese. 

 

Il risultato è camion e trattori in moto verso Lentiai e Agordo per consegnare 650 quintali di fieno e 70 quintali di paglia raccolti da una trentina di aziende dell'alta padovana per sostenere gli allevamenti zootecnici in difficoltà in provincia di Belluno.

 

Ingenti i danni causati dall'esondazione del Piave, ma anche le raffiche di vento non hanno risparmiato i fienili, alcuni dei quali completamente distrutti.

"Sono tantissime le proposte e gli atti di solidarietà. Azioni belle e significative - spiega Padrin presidente della provincia di Belluno - come l'Associazione donatori di sangue che ci ha donato 40 mila euro, le cene per raccogliere fondi in tantissime località. Tutti i giorni riceviamo segnali di tutti i tipi per agevolare la ricostruzione".

 

Un bellunese che si è subito rialzato e rimboccato le maniche per ritornare alla normalità dopo l'incredibile emergenza causata dal maltempo. "Non possiamo affrontare la partita dei boschi in solitaria: serve massima condivisione e visione tra Veneto, Trentino e Alto Adige per rimediare alla perdita di legname, oltre ai danni paesaggistici e ambientali". L'unione fa la forza, a maggior ragione dopo quel che è successo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 12:37

Il presidente del Forum Trentino per la Pace e i diritti umani (organismo “consulente” della Giunta e del Consiglio Provinciale) manda una lettera all'assessore all'istruzione e cultura per chiedergli di non far saltare quell'importante attività di educazione alla cittadinanza attiva che per tanti giovani è stata anche una delle prime esperienze lavorative: ''Credo non solo debba essere garantito nei suoi progetti ma addirittura rafforzato''

25 maggio - 12:53

Il parco acquatico Riovalli di Cavaion Veronese non riaprirà per l'estate. Le restrizioni imposte dai protocolli di sicurezza, le procedure e l'innalzamento automatico dei costi hanno spinto la direzione a decidersi per la chiusura, lasciando a casa una trentina di dipendenti. Il proprietario: "Lasciati soli dal governo. Anche con le nuove disposizioni del Veneto, come posso garantire al cliente di usufruire dei servizi per cui ha pagato?"

25 maggio - 12:08

Il fatto è accaduto in Val di Ledro, dopo che tre motociclisti venivano fermati per un controllo lungo la gardesana occidentale, al confine tra Lombardia e Trentino. Uno di loro, infatti, decideva di darsi alla fuga perché sprovvisto di patente da almeno vent'anni. L'uomo, un 53enne, è stato bloccato mentre cercava per un'altra strada di tornare verso casa e sanzionato per violazione delle norme di contenimento del virus, fuga e guida senza patente

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato