Contenuto sponsorizzato

Non ce l'ha fatta il poliziotto Bruno Paoli, vittima del grave incidente sulla Panarotta

Paoli era in polizia dal 1989 nella sezione stradale ma ha anche prestato servizio sulle piste da sci di Pampeago. A dare l'allarme era stato il figlio di 13 anni. Lascia la moglie e tre figli

Pubblicato il - 22 gennaio 2018 - 18:59

TRENTO. Non ce l'ha fatta Bruno Paoli, il poliziotto di Sant'Orsola che sabato scorso era rimasto vittima di un brutto incidente sugli sci sulla Panarotta. Erano circa le 12 e l'uomo con i due figli più grandi stava percorrendo una strada di collegamento fra Malga Granda e la pista Rigolor.

 

La strada è molto larga, utilizzabile anche dalle auto quando non c'è la neve, nel percorrere questo tratto di leggera pendenza l'uomo però ha perso l'equilibrio ed è caduto in una scarpata precipitando per circa 5 metri finendo per sbattere violentemente contro delle rocce.

 

A dare l'allarme il figlio di 13 anni che ha visto il padre cadere e perdere conoscenza. Sul posto è giunto l'elisoccorso e l'uomo è stato portato al Santa Chiara d'urgenza con un grave trauma cranico.

 

All'arrivo all'ospedale è stato eseguito un intervento chirurgico e poi Paoli è stato portato in rianimazione.

 

Purtroppo con il  passare dei giorni le condizioni dell'uomo non sono migliorate. Paoli era in polizia dal 1989 nella sezione stradale ma ha anche prestato servizio sulle piste da sci di Pampeago. Lascia la moglie e tre figli

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

27 gennaio - 18:55

Dopo la grande manifestazione che ha portato 10mila persone in Lessinia in molti riferiscono di un presidente della regione, Luca Zaia, “infuriato” perché tenuto all'oscuro della proposta di legge. Il consigliere Dem Zanoni: “I veneti amano l’ambiente che è un patrimonio di tutti e non sono più disposti a vederlo sacrificato”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato