Contenuto sponsorizzato

Non ce l'ha fatta il poliziotto Bruno Paoli, vittima del grave incidente sulla Panarotta

Paoli era in polizia dal 1989 nella sezione stradale ma ha anche prestato servizio sulle piste da sci di Pampeago. A dare l'allarme era stato il figlio di 13 anni. Lascia la moglie e tre figli

Pubblicato il - 22 gennaio 2018 - 18:59

TRENTO. Non ce l'ha fatta Bruno Paoli, il poliziotto di Sant'Orsola che sabato scorso era rimasto vittima di un brutto incidente sugli sci sulla Panarotta. Erano circa le 12 e l'uomo con i due figli più grandi stava percorrendo una strada di collegamento fra Malga Granda e la pista Rigolor.

 

La strada è molto larga, utilizzabile anche dalle auto quando non c'è la neve, nel percorrere questo tratto di leggera pendenza l'uomo però ha perso l'equilibrio ed è caduto in una scarpata precipitando per circa 5 metri finendo per sbattere violentemente contro delle rocce.

 

A dare l'allarme il figlio di 13 anni che ha visto il padre cadere e perdere conoscenza. Sul posto è giunto l'elisoccorso e l'uomo è stato portato al Santa Chiara d'urgenza con un grave trauma cranico.

 

All'arrivo all'ospedale è stato eseguito un intervento chirurgico e poi Paoli è stato portato in rianimazione.

 

Purtroppo con il  passare dei giorni le condizioni dell'uomo non sono migliorate. Paoli era in polizia dal 1989 nella sezione stradale ma ha anche prestato servizio sulle piste da sci di Pampeago. Lascia la moglie e tre figli

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 gennaio - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato