Contenuto sponsorizzato

Parapendio precipitato, il Soccorso alpino sospende le ricerche che hanno dato esito negativo. Usati l'elicottero, i droni e i soccorsi via terra

Le ricerche del Soccorso alpino sono proseguite fino alle 22 circa. Non essendoci poi alcuna denuncia di mancato rientro si è deciso di fermarsi. Oggi verranno fatti alcuni sopralluoghi da parte dei vigili del fuoco 

Pubblicato il - 03 dicembre 2018 - 08:42

CAVALESE. Ieri sera attorno alle 22 sono state sospese le operazioni del Soccorso alpino avviate nel pomeriggio per la ricerca di un parapendio che era stato visto da alcuni escursionisti cadere tra i boschi di Capriana.

 

Secondo le informazioni che erano state raccolte dai soccorritori, attorno alle 14 un parapendio si sarebbe lanciato da Monte Corno. Poco dopo alcuni escursionisti avrebbero visto una vela precipitare.

 

Immediatamente è stato dato l'allarme e sul posto si sono portate le unità del Soccorso alpino e dei vigili del fuoco di zona hanno avviato le ricerche. Un elicottero si è alzato in volo per setacciare l'area e per cercare di individuare la vela.

 

In serata sono stati poi usati i droni dei vigili del fuoco che permettono di individuare le persone attraverso anche il calore del corpo umano.

 

Le ricerche sono proseguite fino alle 22 ma hanno dato esito negativo. Non essendoci poi alcuna denuncia di scomparsa o mancato rientro il Soccorso Alpino ha deciso di fermarsi. Alcuni sopralluoghi verranno effettuati nella giornata di oggi da parte dei vigili del fuoco

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 maggio - 16:09

Fra i 2 positivi uno è minorenne, il numero dei pazienti ricoverati scende a 16, di cui 3 in rianimazione a Rovereto. Ben 1597 i tamponi effettuati

30 maggio - 16:11

Il presidente del Veneto accusa Atene dimenticandosi che al momento nemmeno il nostro Paese permette ai cittadini di circolare tra le regioni e dandosi, in realtà, anche una risposta da solo per quanto da loro deciso: ''Non mi risulta che la sanità della Grecia sia come quella dell'Italia: non accettiamo lezioni da quel Paese''

30 maggio - 16:08

Sono 2.168 le persone guarite dal Covid-19 (+ 18 rispetto a ieri). A queste si aggiungono 805 persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate per due volte negative al test. Il numero complessivo dei guariti fra sicuri e sospetti si attesta a 2.973 (+ 23 rispetto al giorno precedente)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato