Contenuto sponsorizzato

Problemi nell'indifferenziata e scattano le multe. Turinelli: ''Già avviati gli incontri con la popolazione, fondamentale l'attività della polizia locale''

Sono circa una decina le sanzioni date  nell'ultimo mese. Già previsto un potenziamento delle videocamere e anche ulteriori incontri con la cittadinanza per sensibilizzare e risolvere i problemi

Pubblicato il - 15 giugno 2018 - 13:51

VALLE DEL CHIESE. Immondizia messa in sacchetti di plastica senza alcuna differenziazione e lasciati ai lati dei cassonetti ma anche rifiuto umido mescolato con il residuo. Per non parlare dei capi di abbigliamento usati gettati ai lati della strada. Sono circa una decina le sanzioni che nell'arco di un mese la polizia della Valle del Chiese ha dato ad altrettanti cittadini per l'errata differenziazione dei rifiuti.

 

Un problema che si sta sempre più facendo sentire con l'aumento di non poco dei costi di smaltimento dei rifiuti.

 

“Continua l'attività di repressione sui comportamenti incivili – spiegano gli agenti – soprattutto nei pressi delle isole ecologiche. Vorremmo anche ricordare ai cittadini che qualora i contenitori fossero pieni, la chiavetta non funzionante o la tipologia (ad esempio vestiti) non presente nell'isola non è comunque consentito collocare i rifiuti fuori dai contenitori”.

 

La campane che un tempo venivano utilizzate per la raccolta dei vestiti, propria a causa del fatto che all'interno si trovava ogni genere di rifiuto, sono state tolte e ad oggi il servizio di raccolta vestiario si trova al Crm. In alcuni casi le “bocche” delle campane sono state ristrette per evitare il conferimento di rifiuti senza differenziazione. Questo però ha portato a comportamenti incivili come l'abbandono dei sacchetti in strada.

 

“L'attività portata avanti dalla polizia locale – ha spiegato il sindaco di Storo, Luca Turinelli – è di fondamentale importanza per sanzionare questi comportamenti incivili che continuano ad essere portati avanti e che vanno poi a ripercuotersi negativamente su tutta la comunità”.

 

Proprio per fermare l'abbandono dei rifiuti e migliorare l'indifferenziata, ha spiegato Turinelli, “Sono stati avviati già in passato su tutto il territorio momenti di incontro con la popolazione per sensibilizzare e per ragionare sulle diverse problematiche che ci sono”. Non ultimo, infine, nei prossimi mesi sarà anche potenziato il sistema di videocamere per rintracciare i cosiddette furbetti dei rifiuti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:26

Le lezioni fanno parte di un ciclo d’incontri durante i quali ragazzi sono stati coinvolti nel gioco "Politicando". Un esercizio a calarsi nel ruolo di chi governa il Paese. "Quest’anno il Coronavirus ha stravolto i nostri piani. Così, ci è venuta l’idea di portare la scuola in paese, di fronte a uno dei fondamenti della democrazia: il Comune"

18 settembre - 17:10

Essere una città “circolare” significa valorizzare l’economia circolare, che si basa su riciclo e riduzione degli sprechi, all’insegna dell’eco-sostenibilità. 28 sono stati gli indicatori valutati, tra cui dati su raccolta differenziata, l'utilizzo dei trasporti pubblici o dei servizi di sharing mobility, il livello di concentrazione di PM10, la diffusione di eco-brevetti e di imprese ascrivibili alla categoria dei green jobs

18 settembre - 17:19

E' successo sul territorio di Strembo. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, il soccorso alpino e i sanitari. L'uomo è stato trasferito in gravi condizioni all'ospedale Santa Chiara di Trento 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato