Contenuto sponsorizzato

Sassi contro il negozio dell'Adunata, Pinamonti: ''Faremo denuncia, ma ora arriveranno gli alpini a tenere sotto controllo''

Per il presidente degli Alpini trentini: "Ci deve essere rispetto di tutte le opinioni e se si vuole discutere lo si deve fare i maniera democratica"

Pubblicato il - 10 maggio 2018 - 10:26

TRENTO. “E' una mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini”, Maurizio Pinamonti, presidente dell'Ana Trentino ha annunciato che verrà sporta denuncia per gli atti vandalici che si sono verificati ieri notte contro il negozio che vende i prodotti ufficiali dell'Adunata in via SS. Trinità e il taglio dei teloni di alcuni gazebo in via Verdi.

 

“E' giusto fare denuncia – ha spiegato Pinamonti – non solo per noi alpini ma per tutta la cittadinanza perché non è possibile che ci siano delle persone che vanno in giro a imbrattare e rompere vetri”.

 

Nella notte tra mercoledì e giovedì, infatti, qualcuno ha presso a sassate tutti i vetri del negozio degli Alpini in via SS. Trinità e nei giorni scorsi non sono mancati gli imbrattamenti sui muri con frasi contro l'Adunata e gli Alpini.

 

Deve esserci il rispetto di tutte le opinioni – ha continuano il presidente – e se si vuole discutere lo si faccia in maniera democratica non come abbiamo visto in questi giorni”.

 

In città l'Ana ha predisposto un servizio d'ordine che con dei turni riesce ad essere presente giorno e notte. “Ora – conclude Pinamonti – arriveranno gli alpini ci sarà un controllo più diretto”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 15:30

I dati si stanno consolidando e sono quelli del primo blocco di analisi delle 12. Ci sono comuni dove si era già votato sopra al 30% mentre alcuni restano sotto il 10%. Il dato medio è in linea con le passate provinciali e amministrative

20 settembre - 13:06

E' l'ennesimo episodio di una campagna elettorale che ha visto numerose irregolarità. Nelle scorse ore alcuni manifesti contro uno dei candidati sindaco, con ritratto anche un ragazzo trentino morto nel 2015,  sono stati appesi nelle bacheche  riservate alle affissioni comunali

20 settembre - 14:41

Ricercato per aver diffuso video e foto dal contenuto sessualmente esplicito dell’ex fidanzata, aveva trovato lavoro un ristorante sul lago di Garda. Per i carabinieri che lo hanno arrestato c’era il fondato pericolo che condividesse nuovamente il materiale pornografico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato