Contenuto sponsorizzato

Spari nella notte ogni 15 minuti, il dissuasore per uccelli usato da Arcese. ''Visto che non si può usare il fucile...''

Lamentele dei vicini per i rumori ma il fondatore della ditta di trasporti si difende: "Ho segnalato il problema alla Provincia ma non sono intervenuti. Ho avuto danni per 100 mila euro, per questo il dissuasore acustico"

Pubblicato il - 16 luglio 2018 - 12:12

ARCO. Sulle pagine di "Sei di Arco se..." qualcuno ha chiesto cosa fossero quegli spari che si sentono di notte a intervalli di 15 minuti l'uno dall'altro. "Non si può più dormire", scriveva qualcuno nei commenti. E qualcun altro ipotizzava: "Provengono dalla sede dell'Arcese, dissuasori per gli uccelli"

 

Abbiamo chiesto dunque direttamente al presidente del gruppo, Eleuterio Arcese, fondatore del colosso dei trasporti con sede ad Arco. "Ho avuto un danno di 100 mila euro per colpa dei gabbiani che la notte arrivano in massa nello stabilimento. Fanno danni, lasciano sporco, nidificano sulla struttura". 

 

Il dissuasore che emette rumore per allontanare gli uccelli è montato all'interno della proprietà, di notte spaventa gli animali: "Cosa posso fare altrimenti - si chiede Eleuterio Arcese - usare il fucile non si può perché altrimenti si arrabbiano gli animalisti. In qualche modo devo pur intervenire".

 

Sposta il problema alla Provincia, che la ditta avrebbe informato ormai da anni dell'invasione di gabbiani: "Perché non mi chiama Ugo Rossi o l'assessore Dallapiccola? Se mi dicono cosa fare lo faccio, che lo risolvano loro il problema".

 

Delle lamentele il presidente del gruppo non sa nulla, ma sembra comunque intenzionato a continuare con il dissuasore rumoroso. "Non posso mica fare una strage di gabbiani usando il fucile, posso solo spaventarli. Se vogliono venire dalla Provincia a prenderli uno a uno con le gabbie, vengano loro". 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato