Contenuto sponsorizzato

Torna in azione la banda delle slot, nuovo colpo al Red Caffé alla Cà Rossa

I ladri hanno rubato un'auto e poi sono entrati in azione nella notte tra martedì e mercoledì

Pubblicato il - 31 maggio 2018 - 08:34

STORO. Dopo aver preso di mira l'albergo Condino e il locale Magianotte è tornata in azione la banda dello slot. Questa volta è stato colpito il Red Caffé del centro commerciale Cà Rossa.

 

I ladri, questa volta, sono stati ripresi da una telecamera che ora è al vaglio dei carabinieri di Storo che hanno avviato le indagini.

 

Secondo le prime informazioni la banda sarebbe composta da tre persone. Il furto è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì. Dopo aver rubato un'auto, con la quale si sono poi dati alla fuga, hanno messo a segno il furto. Le slot sono state completamente svuotate ed è stata fatta sparire anche la macchina cambia-soldi con le banconote all'interno. Sparito anche un grande televisore al plasma.

 

Come già detto, sono state avviate le indagini da parte dei Carabinieri e si stanno verificando anche le analogie con quanto successo qualche settimana fa a Condino.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 19:33
Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 3 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.569 i guariti da inizio emergenza e 574 gli attuali positivi
30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato