Contenuto sponsorizzato

Tre molotov trovate in uno zaino gettato nel camioncino dei rifiuti. Gli artificieri mettono in sicurezza l'area

I fatti si sono svolti in via Prati. In precedenza l'operatore ecologico aveva raccolto lo zaino e lo aveva caricato nel furgone della immondezza 

Di Luca Andreazza e Luca Pianesi - 24 maggio 2018 - 17:30

TRENTO. Erano tre molotov con tanto di innesco e benzina all'interno. Si trovavano in uno zaino abbandonato su una panchina in Piazza d'Arogno, dietro il Duomo di Trento e l'operatore ecologico, pensando fosse un rifiuto, l'ha preso e caricato sul suo furgoncino per la spazzatura. Poi, sentendo l'odore di benzina, mentre guidava, ha avuto un sospetto, si è fermato, in via Giovanni Prati, e ha chiamato le forze dell'ordine.

 

E' questa la successione di eventi che, questo pomeriggio, intorno alle 16, ha trasformato la via dietro Sociologia in una strada blindata. Nastri della polizia, pattuglie delle forze dell'ordine a bloccare la via, tavolini, sedie e plateatico del bar della zona fatti sparire all'interno del locale. Troppo alto il pericolo e il rischio che potesse accadere qualcosa di brutto. E invece tutto si è svolto nel migliore dei modi. L'operatore ecologico, una volta chiamata la polizia, si è fatto da parte e gli agenti hanno prima compiuto un rapido controllo dentro il furgoncino identificando lo zaino con dentro delle bottiglie con tanto di innesco. 

Allarme bottiglie incendiarie dietro a Sociologia, l'intervento delle forze dell'ordine

 

Hanno, quindi, atteso gli artificieri e questi, dopo aver rimosso dal furgone lo zaino e averlo aperto, hanno estratto un sacchetto verde dove all'interno si trovavano le molotov: tre bottiglie, pronte ad essere usate. "Non erano state accese quindi non erano pericolose - ha spiegato Francesco Tedesco, responsabile della Digos intervenuto sul posto - però erano predisposte a funzionare. Ad oggi non sappiamo da dove provengano né a cosa sarebbero dovute servire. Possiamo dire che il fatto che le operazioni si siano svolte dietro Sociologia non c'entra. Originariamente erano in Piazza D'Arogno. Le indagini sono aperte".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 19:59

Nel rapporto odierno la Provincia specifica che sono 6 le persone con sintomi, mentre 42 sono stati individuati mediante l'attività di contact tracing. Una quindicina di casi è legata alle indagini condotte tra i raccoglitori di frutta, mentre un numero analogo invece è collegato a contagi avvenuti in ambiti familiari. Emerge anche oggi un caso legato ai cluster della filiera alimentare

01 ottobre - 18:12

Tante, brutte, immagini di serate balorde, di rifiuti abbandonati, di una città che la domenica, troppe volte, si è svegliata in queste condizioni. L'ultima volta questo weekend quando in pochissimi rispettavano le norme di sicurezza per evitare la diffusione del virus. Il comitato antidegrado: ''Sarebbe opportuno scrivere urgentemente un nuovo regolamento anche a Trento che dopo le 22 è vietato il consumo di alcolici all'esterno dei locali e le vendita stessa''

01 ottobre - 19:14

Era dai primi di luglio che non si registravano morti per Covid in provincia di Belluno. Ora i decessi totali sono 114. Otto i positivi nelle ultime 24 ore, 5 nel Cadore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato