Contenuto sponsorizzato

Trento, rifiuti pericolosi nel cassone, la polizia locale sequestra un autocarro

E' il secondo sequestro che avviene questa settimana. Il mezzo è stato fermato in via Brennero 

Pubblicato il - 20 luglio 2018 - 09:52

TRENTO. Ennesimo sequestro di autocarro con rifiuti pericolosi da parte della Polizia locale di Trento. Il fatto è avvenuto mercoledì, verso le ore 15.

 

Una pattuglia della polizia locale di Trento – Monte Bondone ha intercettato in via Brennero un autocarro cassonato chiuso, il cui conducente faceva uso di telefono alla guida.

 

Il mezzo trasportava rifiuti pericolosi e non, consistenti in due batterie per auto, giunti idraulici ad alta pressione, materiale ferroso e di altro genere. Il tutto senza le necessarie autorizzazioni e i formulari previsti dalla legge.

 

Dopo accurati accertamenti e ricerche mirate nelle banche dati istituzionali, si è contestato all'autista dell'automezzo, un uomo di nazionalità italiana, il reato previsto e punito dal testo unico in materia di ambiente che prevede, per chiunque effettui un'attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti in mancanza della prescritta autorizzazione, la pena dell'arresto da sei mesi a due anni e l'ammenda da 2600 euro a 26 mila euro se si tratta di rifiuti pericolosi. La norma prevede inoltre il sequestro dell'autocarro che è stato condotto al deposito giudiziale di Mori ai fini della confisca.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

25 settembre - 16:21

Nelle ultime 48 ore in Alto Adige sono stati individuati quasi 90 positivi. Di questi cinque sono studenti di scuole diverse (ecco quali) dove scatteranno le normali misure di quarantena per i compagni mentre altri cinque sono stati individuati solo nell'istituto di Merano. Per sicurezza da lunedì 28 settembre fino a venerdì 9 ottobre 2020 compreso la scuola resterà chiusa e si torna alle lezioni digitali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato