Contenuto sponsorizzato

Alcol, a 11 anni il primo bicchiere. Sono sempre meno i giovani che si rivolgono ai centri di aiuto

I dati in occasione dell'evento “Cambiare si può! L’esperienza come risorsa”, promosso per il trentacinquesimo anno dell'associazione provinciale Club Alcologici Territoriali che si terrà domenica 16 giugno, alle ore 14 presso il Teatro comunale di Pergine Valsugana

Di Nicole Genetin, liceo linguistico Sophie Scholl - 12 giugno 2019 - 17:08

TRENTO. Una moda ma non solo, si inizia con un bicchiere per poi arrivare a non riuscire più a farne a meno. Sono davvero preoccupanti i dati sull'abuso di alcol in Trentino. Le conferme emergono anche dalle ricerche dell’Istat, che mostrano come oggi quasi il 67% dei giovani ammette di aver bevuto il primo bicchiere a soli 11 anni. Un abbassamento dell'età che fa tremare i polsi e che viene riscontrato anche da Luigino Pellegrini, medico e coordinatore provinciale dei Centri Alcologia Antifumo e altre fragilità dell'Azienda Sanitaria.

 

Ma c'è anche il binge drinking tra i fenomeni che prendono sempre più piede tra gli adolescenti. L’assunzione occasionale di alcol in grandi quantità e in un arco di tempo breve, che coinvolge il 60% dei ragazzi e il 53% tra le ragazze. Che sia a causa della peer pressure, dei problemi familiari, della depressione o del desiderio di divertirsi, i giovani sentono il bisogno di bere, e generalmente prediligono superalcolici a bevande tradizionali come birra o vino.

 

In Trentino nel corso degli anni il consumo di vino è diminuito. Negli anni 70 venivano consumati in media 13 litri di alcol pro capite all’anno. Attualmente i trentini che si dichiarano astemi sono circa il 30%-40%, mentre coloro che assumono sostanze alcoliche sono il rimanente 60%-70%, garantendo un consumo medio annuo di 7 litri. Purtroppo il 25% di questi ultimi si trova in uno stato di alto rischio di salute a causa di queste bevande e la cifra aumenta precipitosamente tra i giovani.

 

I dati sono stati forniti nel corso della presentazione “Cambiare si può! L’esperienza come risorsa”, l'evento promosso per il trentacinquesimo anno di età dell'associazione provinciale Club Alcologici Territoriali che si terrà domenica 16 giugno, alle ore 140 presso il Teatro comunale di Pergine Valsugana.

 

Una iniziativa volta alla condivisione e alla valorizzazione delle persone afflitte da alcolismo e altre dipendenze. Qui, in seguito ad una breve rappresentazione teatrale, le persone e le famiglie coinvolte avranno la possibilità di raccontare e dare testimonianza delle loro esperienze individuali, connettendosi alla comunità e facendo comprendere agli altri il proprio sforzo e il proprio valore.

 

Lo scopo è quello far sentire riconosciuto parte della società ogni membro dei 145 Club Alcologici Territoriali e dei 24 Club di Ecologia Familiare, associazioni di volontariato che si impegnano ad offrire un servizio socio-sanitario gratuito alle persone con problematiche di attaccamento a fragilità umane.

 

“Il numero di persone che ha accettato di ammettere di avere un problema e che decide di aprirsi ad altri è in forte crescita: con gli anni si sta arrivando ad uno quota di partecipazione ai club di 1358 individui. Tuttavia si tratta solo del 20% di tutti i soggetti che necessiterebbero di un aiuto”, ha spiegato Pellegrini. Tra i membri del Cat vi è una maggioranza di partecipazione da parte degli uomini, che raggiunge il 61,8%, mentre solo il restante 38,2% è costituito da donne. Si ha una parità partecipativa di genere invece per quanto riguarda i club di Ecologia Familiare, dove vi è una percentuale di presenza similare da parte di entrambi i sessi.

 

In direzione opposta all’aumento del tasso di diffusione di sostanze alcoliche tra i giovani. Si assiste alla difficoltà di integrazione dei minori di trent’anni all’interno di questi gruppi di sostegno: si passa da un 4,8% di presenza nel 2016 ad un attuale 2,5%.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 giugno - 21:18

Il piccolo Mario sarebbe uscito dal cancello di un'abitazione che dà su via Nas, mentre sopraggiungeva un'auto. Nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi, vani i tentativi di salvargli la vita

20 giugno - 19:09

I tecnici di Rfi sono al lavoro dal pomeriggio e continueranno no stop per mettere in sicurezza quel tratto di binari sotto i quali si è aperto un buco intorno alle 14. Ad accorgersi del pericolo un macchinista che stava per transitare sul punto. Ecco gli orari dei mezzi sostitutivi su gomma

20 giugno - 16:46

E' successo intorno all'ora di pranzo al Bastione sul Monte Rocchetta. Le bottiglie abbandonate si sono trasformate, con il sole, in degli inneschi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato