Contenuto sponsorizzato

Allerta neve, le scuole in Alta Val di Non, Val di Fassa e Sole chiuderanno a fine mattinata. Pronti 46 posti in più per i senza tetto

Sono pronti 300 mezzi per fronteggiare eventuali problemi alle strade. La fase più intensa della perturbazione è attesa tra il pomeriggio di domani, venerdì 1 febbraio, e la mattinata di sabato. Sono attese nevicate anche a bassa quota nelle prime fasi dell’evento fino alla tarda mattinata di domani (5-15 centimetri a seconda delle zone)

Pubblicato il - 31 gennaio 2019 - 18:59

TRENTO. In merito all'allerta “Gialla” emessa dalla Protezione civile in riferimento alla perturbazione che da questa sera colpirà il Trentino con abbondanti nevicate, la Provincia di Trento ha precisato che le scuole presenti sul territorio rimarranno aperte. Accanto a questo, però, si specifica che in Alta Val di Non, Val di Fassa e Val di Sole domani le istituzioni scolastiche chiuderanno al termine della mattinata, al fine di assicurare poi i servizi di trasporto. Secondo le previsioni, le perturbazioni riguarderanno l'intero Trentino a partire da questa sera fino alle prime ore di domenica.

 

Sono previste nevicate anche a bassa quota, nelle prime fasi dell’evento fino alla tarda mattinata di domani, poi l’afflusso di aria calda da sud farà aumentare le temperature e quindi la neve si alzerà di quota, durante la fase più intensa delle precipitazioni, attesa tra il pomeriggio di domani, venerdì 1 febbraio, e la mattinata di sabato. Le scuole, come già precisato, resteranno aperte ma in Alta Val di Non, Val di Fassa e Val di Sole domani concluderanno l’attività al termine della mattinata, per permettere ai servizi di trasporto pubblico di operare in sicurezza raggiungendo tutte le zone di rientro a casa degli alunni.

 

Gli istituti coinvolti saranno contattati direttamente dagli uffici provinciali. La conferma dell’arrivo della perturbazione giunge dalla riunione che questa mattina ha visto riuniti presso la sala operativa del Corpo permanente dei Vigili del Fuoco di Trento, i rappresentanti delle diverse componenti della Protezione civile e degli enti interessati ad organizzare i servizi di prevenzione su tutto il territorio provinciale.

Sulle strade della Provincia sono stati allertati i presidi per la neve e sono pronti i circa 300 mezzi, tra pubblici e privati, che lavorano per la Provincia per la gestione delle strade statali e provinciali. A questi mezzi si aggiungono quelli dei comuni.

Si raccomanda comunque di viaggiare con prudenza e muniti dell’attrezzatura invernale. Non si prevedono particolari problemi per il reticolo idrografico principale, anche se non si possono escludere problemi a livello del reticolo minore. Grande attenzione sarà riservata ai siti valanghivi e alle linee aeree, come elettrodotti e impianti di risalita.

 

Particolare attenzione viene data anche ai senza tetto per i quali sono stati previsti 46 posti letto in più per fronteggiare il maltempo. A partire da giovedì 31 e fino a lunedì 4 (compreso) le strutture accoglieranno 26 persone in più, incrementando temporaneamente la ricettività prevista per la stagione invernale. Oltre a tale aumento, al fine di dare risposta anche a chi ha scelto di non avvalersi dello sportello come strumento di accesso ai dormitori e che si trova a trascorrere la notte in strada, si è deciso di allestire per i medesimi 5 giorni un ulteriore spazio dove potranno essere accolte altre 20 persone contattate dai servizi diurni e dall'Unità di Strada che nella serata di mercoledì 30 ha effettuato un'uscita straordinaria. L'allestimento dello spazio aggiuntivo è reso possibile grazie alla collaborazione tra Protezione Civile provinciale, Fondazione Comunità Solidale e Croce Rossa italiana, ed avviene con le medesime modalità di accesso previste negli altri dormitori.
I 46 posti si aggiungono ai 192 posti del piano invernale. In queste notti, pertanto, le persone accolte saranno 238.

 

La fase più intensa della perturbazione è attesa tra il pomeriggio di domani, venerdì 1 febbraio, e la mattinata di sabato. Sono attese nevicate anche a bassa quota nelle prime fasi dell’evento fino alla tarda mattinata di domani (5-15 centimetri a seconda delle zone). Poi si registrerà un innalzamento della quota neve fino a circa 1500 metri sui settori meridionali e circa 1000 metri su quelli settentrionali, con la caduta di ulteriori 40-70 centimetri di neve in montagna a seconda delle quote. In questa fase ci sarà un rinforzo dei venti meridionali specie in quota.

 

Nelle ore centrali di sabato si prevede una parziale attenuazione dei fenomeni e a cavallo tra sabato e domenica una probabile ripresa delle precipitazioni con apporti di circa 5-15 centimetri di neve sopra gli 800-1000 metri. Il fenomeno durerà circa 48 ore, con una fase più intensa di circa 24 ore e interesserà tutto il territorio provinciale con fasi nevose prevalenti sui settori settentrionali.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 12:57

Il presidente del Mart Vittorio Sgarbi presenterà in conferenza stampa alla Camera un nuovo strumento tecnologico capace di fermare il virus sfruttando le particelle d'argento. "Membrana culture" è una pellicola che si può applicare alle superfici e che non necessita di interventi umani per essere sanificata. "Al museo di Rovereto la prima sperimentazione in Italia. Così i visitatori possono visitare in sicurezza"

30 novembre - 11:41

Dietro il furto e la successiva macellazione degli animali c’è la mano dell’uomo. L’allevatore della Val di Fiemme che ha subito il raid ha ritrovato le teste mozzate di tre capre a poca distanza dalla stalla

30 novembre - 12:39

L’allarme è scattato nella notte, l’impatto fra la moto e l’automobile è stato violentissimo. Luca Belgrado è morto sul colpo, troppo gravi le ferite riportate, inutili anche i tentativi di rianimarlo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato