Contenuto sponsorizzato

Dalla casetta al Mercatino di Natale al negozio in piazza Battisti. Da Firenze arriva #theshop: ''Siamo Zara in piccola scala''

Il terzo punto vendita della realtà fiorentina si affida esclusivamente ai prodotti di Susy Mix, azienda di Bologna. La titolare Silvia Santoro: "Un marchio versatile che racchiude tutte le personalità delle donne per un ottimo rapporto qualità-prezzo e ampia scelta. Ogni settimana ci sono nuovi arrivi per accontentare tutti i clienti"

Di Luca Andreazza - 20 marzo 2019 - 12:29

TRENTO. Dalla casetta al Mercatino di Natale e dal banchetto alle fiere al punto vendita fisso. Venerdì 8 marzo si sono alzate le serrande per un nuovo negozio a Trento. Nel capoluogo sbarca #theshop e apre i battenti in piazza Battisti.

 

Un esercizio commerciale fiorentino che scommette sulla nostra città per il suo terzo punto vendita. Stile essenziale e semplice, ma accogliente per #theshop in linea con gli altri esercizi aperti in quel di Firenze tra Borgo la Croce e La Carraia. L'abbigliamento in vendita è pensato per il mondo femminile e il negozio si affida esclusivamente a Susy Mix, azienda di Bologna.

"Un marchio versatile - dice la titolare Silvia Santoro - che racchiude tutte le personalità delle donne per un ottimo rapporto qualità-prezzo, giorno e sera, signora più ricercata e ragazza giovane. Sfruttiamo i punti di forza di questo marchio, Susy Mix è una realtà storica e in fortissima ascesa, soprattutto per l'attenzione sui social".

 

Un'avventura che inizia dopo aver scoperto Trento in occasione dei Mercatini di Natale e le diverse fiere cittadine. "La risposta della città verso i nostri prodotti - aggiunge Santoro - è sempre stata ottima e così abbiamo deciso di aprire un punto vendita. La nostra filosofia però non cambia: l'idea è quella di continuare a curare il cliente e il nostro personale può rappresentare un personal shopper, in questo caso Francesca è sempre disponibile per consigli e aiuti nel trovare il capo d'abbigliamento giusto".

Dalla sciarpa calamita, best seller e un brevetto di #theshop, ai jeans, dalle t-shirt alle gonne, in piazza Battisti si può trovare un po' di tutto e ogni settimana ci sono sempre nuovi arrivi. "Il progetto è ambizioso - continua la titolare - puntiamo a diventare in piccola scala una specie di Zara, costante ricerca e valutazione del mercatoprodotti di qualità a prezzi abbordabili, affidabilità e competitività per essere sempre al passo con i tempi e accontentare ogni tipologia di cliente".

 

Dopo le aperture a Firenze, Trento è solo una tappa del piano di ampliamento di questa nuova catena. "Adesso ci fermiamo un anno - conclude Santoro - ma l'ipotesi è quella di svilupparsi ulteriormente e di aprire un punto vendita a Bergamo e poi a Milano. Il percorso della nostra azienda è quello di incontrare il cliente nella sua richiesta, ma anche proporre le evoluzioni del mercato e nuovi stili, classici e più particolari".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 luglio - 12:58

Dopo la discussione social e la capogruppo della Lega accusata di diffondere notizie incomplete e di risposte con affermazioni molto pesanti, il movimento femminile del Patt prende posizione. La Lega ribatte e il Pd solidarizza con le stelle alpine: "Basta con questo linguaggio offensivo e becero del carroccio. Non attaccano sul contesto, ma in base a quello che fa più presa sull'elettorato"

20 luglio - 06:01

La Pat in numerose occasioni ha ripetuto che l'orso è stato protagonista dell'80% delle predazioni totali da parte degli orsi e del 50% dei danni. Dati corretti ma che oggi (che siamo entrati in possesso dei Rapporti specifici che riguardano il plantigrado) possiamo tradurre in numeri: nel 2018, per esempio, ha ucciso 11 dei 13 bovini predati in totale da tutti i plantigradi a fronte di oltre 46.000 capi in provincia. Curiosità: il 26 settembre è stato investito da un furgone ma ha riportato pochissimi danni

20 luglio - 09:12

E' successo a porto San Nicolò. L'automobilista invece di entrare in un parcheggio ha sbagliato strada e si è trovato in ciclabile. Accortosi dell'errore ha fatto retromarcia 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato