Contenuto sponsorizzato

Ha travolto e ucciso Rosanna Tamanini, ora gli sono stati concessi gli arresti domiciliari

L'uomo, al momento della tragedia, aveva nel sangue un tasso alcolemico sei volte superiore al limite. Il Tribunale del riesame ha accolto il ricorso presentato dall'avvocato 

Pubblicato il - 24 gennaio 2019 - 09:06

TRENTO. Il Tribunale del riesame ha accolto il ricorso dell'avvocato e al 53enne Domenico Hausbergher di Villazzano che l'8 gennaio ha investito e ucciso Rosanna Tamanini, sono stati concessi gli arresti domiciliari.

 

L'uomo era in custodia cautelare in carcere per rischio di recidiva. Ora la decisione del tribunale che ha permesso al 53enne di tornare a casa.

 

La sua posizione rimane molto grave. L'uomo, al momento della tragedia quando ha travolto Rosanna Tamanini schiacciandola contro il muro aveva nel sangue un tasso alcolemico sei volte superiore al limite e forse anche il cellulare in mano.

 

Secondo quanto ricostruito dai militari della Sezione Radiomobile del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Trento, la donna si trovava, probabilmente, ferma sul marciapiede in attesa del bus della linea urbana, quando all’uscita di una curva destrorsa, il conducente della Toyota perdeva il controllo del mezzo, invadeva la corsia opposta e successivamente investiva violentemente il pedone.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 febbraio - 08:20

Alla serata organizzata dal gruppo "Genitori e insegnanti per la cittadinanza attiva" sul futuro delle Pari opportunità la proposta di una dirigente scolastica: "Attrezziamoci per portare avanti comunque la promozione del rispetto e dell'uguaglianza". La prorettrice Poggio: "L'università continuerà a fare formazione"

21 febbraio - 09:47

Danni ingenti all'incrocio tra corso Rosmini e via Fontana a Rovereto: divelta una teca espositiva e vetri in frantumi. Nella vettura anche un'altra persona, nessun ferito. I passanti: ''Il mezzo finito proprio dentro la vetrina''

20 febbraio - 19:01

Il video mostra chiaramente cosa pensava il consigliere leghista prima di diventare presidente e cioè che per un decennio tutti abbiano mentito sul ritorno del lupo in Trentino (pensiero confermato dalla parlamentare Cattoi pochi giorni fa). Ora che è alla guida della Pat ha accesso a documenti e studi e può parlare con quegli stessi dirigenti che definiva con una ''impostazione ideologica''. Interrogazione di Ugo Rossi ''al fine di meglio tutelare l’immagine dell’istituzione che rappresenta''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato