Contenuto sponsorizzato

Individuata la responsabile di un furto grazie alle notizie date dai testimoni. In manette una 26enne

E' avvenuto a Mezzolombardo, dove i carabinieri della stazione locale hanno tratto in arresto la donna, responsabile di un furto in un'abitazione. Sul soggetto pendeva già un provvedimento restrittivo emesso lo scorso ottobre dalla Procura della Repubblica per i minorenni di Bologna. Dovrà scontare 14 mesi e 2 giorni di reclusione

Pubblicato il - 06 novembre 2019 - 09:54

MEZZOLOMBARDO. Nell'ambito dei controlli del territorio per la prevenzione dei reati contro il patrimonio, i carabinieri della compagnia di Mezzolombardo hanno eseguito una serie di verifiche presso le strutture ricettive della zona di competenza, individuando una donna responsabile di un furto in abitazione e sulla quale pendeva già un provvedimento giudiziario restrittivo della Procura della Repubblica per i minorenni di Bologna.

 

La misura nei confronti della ragazza, una 26enne di cittadinanza croata, è stata emessa lo scorso ottobre. Tratta in arresto, dovrà espiare una pena di 14 mesi e 2 giorni di reclusione per furto. È stata per questo accompagnata alla casa circondariale di Spini di Gardolo, dove rimane a disposizione dell'Autorità giudiziaria.

 

I controlli delle compagnie di carabinieri della provincia di Trento, per il contrasto di fenomeni predatori e furti, proseguono con successo, grazie anche alla fondamentale partecipazione dei cittadini, in quanto vittime o testimoni di fatti illegali. La loro comunicazione istantanea alle forze dell'ordine può infatti risultare decisiva per la risoluzione delle investigazioni o delle attività preventive, consentendo l'assicurazione alla giustizia dei responsabili e la restituzione, talvolta, del maltolto alle vittime.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 agosto - 19:16

Sembravano due ordini del giorno semplici ed efficaci quelli presentati da Degasperi e Ghezzi eppure la maggioranza ha detto ''no'' ad entrambi. Nel primo caso (vista la riforma che prevede che le Apt raggiungano il 51% dei finanziamenti privati) si chiedeva che si assicurasse la massima chiarezza nell'utilizzo delle risorse pubbliche. Nel secondo che si facessero lavorare le maestranze trentine e si privilegiassero i paesaggi locali anziché quelle ''rubate'' all'estero. Purtroppo è andata male

06 agosto - 18:07

La storia raccontata da Alessandro, papà di Vittoria di 3 anni: "Sono rimasto davvero colpito da tutto l'aiuto che ci è arrivato. Ci eravamo già rassegnati e avevamo pensato di dire alla piccola che il coniglietto fosse partito per una vacanza al mare senza avvisarci, e che non sapevamo quando sarebbe tornato"

06 agosto - 17:45

Complessivamente il Trentino sale a  5.610 casi e resta a 470 decessi da inizio epidemia. Attenzione massima in Alto Adige, trovati 12 positivi nelle ultime 24 ore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato