Contenuto sponsorizzato

Infortuni sulla neve, una quarantina di feriti. Domenica nera sulle piste da sci

Molti i giovani soccorsi in seguito a cadute e a incidenti. Si è alzato in volo anche l'elicottero di Trentino Emergenza

Pubblicato il - 27 gennaio 2019 - 15:30

TRENTO. Giornata di incidenti sulle piste e infortuni sugli sci in Trentino. Nell'ultima domenica di gennaio sono stati circa 40 gli infortuni sulle nevi della provincia.

 

Il primo, alle 9.30 a Folgaria, ha interessato un ragazzino di 14 anni che è stato soccorso da Trentino Emergenza ed accompagnato al Santa Chiara. Una ragazza sempre 14enne si è fatta male cadendo sulla neve della Paganella quando erano da poco passate le 10. Le condizioni di entrambi non sarebbero gravi.

 

Le nevi di Campiglio, del San Pellegrino, di Marilleva, della Polsa-San Valentino, della val di Fassa e Fiemme, del Tonale e del Brocon, di Folgaria sono solo alcuni degli scenari dove si sono verificati in giornata degli infortuni (fortunatamente non troppo seri) sugli sci.

 

Alle 13 l'elicottero di Trentino Emergenza si è alzato in volo per prestare soccorso a due sciatori (delle quali un 16enne) in difficoltà sulla Paganella. Anche in questo caso le condizioni delle persone soccorse non sarebbero preoccupanti.

 

Una ragazzina di 15 anni è stata accompagnata all'ospedale di Tione dopo essere stata soccorsa a Campiglio. Nel pomeriggio poco dopo le 15 in Folgaria è stata la volta di un altro ragazzo che si sarebbe fatto male cadendo fuori pista.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 19:38

Guarire dal coronavirus non garantisce l’immunità permanente, il direttore dell’azienda sanitaria: “Circa il 75% delle persone contagiate in primavera, a settembre, avevano ancora gli anticorpi che riescono a neutralizzare il virus, ma il restante 25% può ammalarsi di nuovo. Al momento non ci sono modi per distinguere chi resta protetto dagli altri, quindi anche i guariti devono continuare a rispettare le norme di isolamento e proteggersi”

24 novembre - 18:48

Il governatore trentino è tornato a ripetere la propria posizione sugli impianti sciistici. Intanto il dialogo tra la conferenza delle regioni e il governo va avanti. Fugatti cita l'Austria e chiede ristori per tutto l'indotto in caso di chiusura degli impianti

24 novembre - 18:26

Sono 143 i positivi e 14 i decessi. Stabile il rapporto contagi/tamponi che resta sotto la soglia del 10%. Aumenta il numero dei ricoveri nei normali reparti e cala quello in terapia intensiva, 176 i guariti nelle ultime 24 ore, un dato che anche oggi supera quello dei nuovi infetti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato