Contenuto sponsorizzato

''La tempesta Vaia ha divelto dei pali Telecom, attendiamo da 7 mesi il ripristino. Cittadini preoccupati'': affondo del sindaco

Perenzoni e l'assessore Togni: ''Il Comune di Brentonico non può sistemare la viabilità alternativa per Festa, il manufatto intralcia il ripristino dell'area. Pericolo anche per i bikers''

Pubblicato il - 06 giugno 2019 - 19:57

BRENTONICO. "Sette mesi di mancate azioni sono veramente troppi, anche perché, sul territorio, ci siamo noi amministratori locali ed è a noi che i cittadini rivolgono le loro giuste preoccupazioni". Le parole sono del sindaco di Brentonico Christian Perenzoni e dell'assessore alle Foreste Moreno Togni che lamentano il mancato ripristino, dopo il maltempo di ottobre, della linea Telecom divelta da Vaia al Dos del Robiom.

 

"La Telecom non ripristina la sua linea, divelta dalla tempesta al Dos del Robiom - fanno sapere dall'esecutivo - e il Comune non può sistemare la viabilità alternativa che congiunge la frazione di Festa". Alcuni pali sono caduti su una strada che corre nel bosco.

 

Dove sta  il problema? Lo spiega l'assessore Togni: "Quella al momento bloccata dalla linea telefonica abbattuta è una strada comunale che, seppure all'interno del bosco, porta alla frazione ed è l'unica alternativa alla viabilità principale. Viviamo in montagna e l'ipotesi che la strada principale possa subire dei temporanei blocchi è da tenere in considerazione. Va detto poi che la strada è molto frequentata, specie in estate, da escursionisti e soprattutto dai bikers, essendo inserita ufficialmente nella rete dei percorsi Mtb del Trentino".

 

"Il Comune - prosegue l'assessore - si sta adoperando per esboscare il legname caduto ma, per fare questo, è prima necessario che venga ripristinata la viabilità. Questo non può essere fatto finché un manufatto di proprietà della Telecom intralcia i lavori".

Telecom, dicono assessore e sindaco, è stata avvisata: «Sono passati mesi dalla tempesta Vaia. Già qualche giorno dopo l’accaduto, la situazione è stata comunicata alla Telecom, attraverso il loro numero verde per la segnalazione di guasti e pericoli sulle linee aeree. Alla prima segnalazione nessun esito e moltissime altre ne sono seguite. Abbiamo ricevuto sempre le stesse risposte: “Interverremo il prima possibile”, “Sarà richiamato da un nostro tecnico”, “Il suo numero di ticket è il seguente”. Ogni volta le stesse cose e ogni volta un nuovo numero di ticket, ma nessuna soluzione".

 

Quindi l'affondo: "Sette mesi di mancate azioni sono veramente troppi, anche perché, sul territorio, ci siamo noi amministratori locali ed è a noi che i cittadini rivolgono le loro giuste preoccupazioni".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
20 aprile - 20:19
In Veneto è già scattato il piano per il controllo degli autovelox, perché si teme l'effetto "domino" di ricorsi, visto che potrebbero essere [...]
Cronaca
20 aprile - 19:39
Una scialpinista durante un'escursione con gli amici è precipitata in un canalone. La donna è morta, troppo gravi le ferite
Cronaca
20 aprile - 19:43
I tre rapinatori si erano nascosti nella stanza di un residence, ma i carabinieri sono riusciti a rintracciarli: sequestrati mille euro, un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato