Contenuto sponsorizzato

Non si ferma all’alt della polizia: “aveva fretta di accompagnare la ragazza al lavoro”. Oltre 5000 euro di multa

Dopo un difficile inseguimento gli agenti sono riusciti a bloccare l’automobilista spericolato, scoprendo che il giovane alla guida era pure sprovvisto di patente perché gli era stata ritirata per aver esaurito i punti

Pubblicato il - 09 dicembre 2019 - 10:18

DIMARO-FOLGARIDA.  Il fatto risale allo scorso martedì 3 dicembre, quando una pattuglia della polizia stradale di Malè si trovava in servizio lungo le strade del comune di Dimaro-Folgarida. Mentre gli agenti erano appostati in località Monclassico, all’intersezione stradale fra la stratta statale 42 e via Molini hanno notato un’autovettura Jeep Compass sopraggiungere ad alta velocità.

 

L’uomo alla guida si cimentava in un sorpasso quantomeno azzardato e giudicato dagli stessi agenti “senza alcun accorgimento atto ad evitare pericoli per la sicurezza delle persone e degli altri utenti della strada che solo per caso fortuito non venivano coinvolti in un possibile incidente”.

 

La pattuglia della Polstrada tentava invano di fermare il veicolo, gli agenti hanno intimato l’alt al conducente della Jeep che però proseguiva la propria marcia cercando invece di allontanarsi ad alta velocità. A quel punto i poliziotti si sono messi all’inseguimento del veicolo, adottando ogni possibile misura per evidenziare la propria presenza come lampeggiante e sirena accesa ma senza successo.

 

Dopo alcuni chilometri il guidatore è stato finalmente raggiunto, non senza difficoltà, in località Terzolas dove è stato costretto ad arrestare il mezzo. Alla richiesta di spiegazioni da parte degli agenti, il giovane ha risposto che aveva fretta dal momento che stava accompagnando la sua ragazza al lavoro.

 

Dopo alcuni controlli però è emersa un’ulteriore aggravante, il ragazzo infatti si trovava alla guida del mezzo di sua proprietà sprovvisto della patente di guida, visto che gli era stata revocata in una precedente occasione, dai carabinieri di Cles, per aver esaurito i punti a sua disposizione già nella scorsa primavera.

 

Al conducente spericolato sono state pertanto state applicate delle pesanti sanzioni: 5110 euro per guida di veicolo senza patente di guida, 172,50 euro per aver tenuto una velocità non commisurata alle condizioni della strada, 333 euro per sorpasso pericoloso e infine pure non essersi fermato all’alt della polizia stradale. Per questa serie di motivi il veicolo del giovane è stato sottoposto a un fermo amministrativo di tre mesi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

27 gennaio - 18:55

Dopo la grande manifestazione che ha portato 10mila persone in Lessinia in molti riferiscono di un presidente della regione, Luca Zaia, “infuriato” perché tenuto all'oscuro della proposta di legge. Il consigliere Dem Zanoni: “I veneti amano l’ambiente che è un patrimonio di tutti e non sono più disposti a vederlo sacrificato”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato